Un ottimo Milan ritrova Piatek e vince 3-2 a Bologna: in gol anche Theo e Jack!

by Andrea Fabris | 8 Dicembre 2019

Al Dall’Ara, arriva la seconda vittoria consecutiva per il Milan di Stefano Pioli che, dopo la vittoria di Parma, guadagna altri tre punti in Emilia, affondando il Bologna di Sinisa Mihajlovic con un secco 3-1 firmato Piatek, Hernandez e Bonaventura. Ottima prestazione della squadra rossonera che, per almeno 60 minuti, è padrona del campo.

La gara

Pioli conferma l’undici di Parma, con Kessié preferito a Krunic e ancora Piatek là davanti a completare il tridente con Suso e Calhanoglu. Dall’altra parte, invece, Mihajlovic deve fare a meno di Medel.

Ritmi alti sin dai primi minuti, con il Bologna che pressa e mette in difficoltà anche Donnarumma, che sbaglia alcuni passaggi coi piedi regalando una pericolosa occasione a Skov Olsen. Fortunatamente, il danese non ne approfitta. Con il passare dei minuti, il Milan cresce e Calhanoglu recupera un pallone dai piedi di Tomiyasu, servendo Kzrzystof Piatek. Il polacco viene steso in area di rigore: nessun dubbio per Chiffi. Dal dischetto, si presenta lo stesso Piatek, che spiazza il connazionale Skorupski e porta i Rossoneri in avanti al ’15. I felsinei accusano il colpo e, al ’32, il Milan conclude alla perfezione l’ennesimo affondo con Suso che riesce a servire Theo Hernandez: da pochissimi passi, il francese non può sbagliare. Proprio l’ex-Real, nel finale, riapre i giochi, deviando in porta un cross proveniente dalla sinistra.

Nella ripresa, il Bologna non ha nemmeno il tempo di provare a reagire che il Milan trova il terzo gol: infatti, dopo meno di un minuto dall’avvio, Piatek riesce a girare il pallone verso il centro dell’area di rigore, trovando la respinta di Tomiyasu. Il giapponese, però, manda il pallone fra i piedi di Giacomo Bonaventura che, da fuori area, calcia un sinistro a giro che non lascia scampo al portiere. Da lì in poi, la gara si spegne, con il Bologna che fatica ad affondare ed il Milan che gestisce. Tuttavia, nel finale, Mihajlovic inserisce Santander ed Orsolini, tentando il tutto per tutto: proprio l’ex-Ascoli, all’84, si guadagna un calcio di rigore per un intervento scomposti di Theo ai suoi danni. Richiamato dal VAR, Chiffi è costretto ad assegnare il tiro dal dischetto, che in precedenza non aveva rilevato. Dagli undici metri si presenta Nicola Sansone, che riesce a battere Donnarumma, il quale intuisce l’angolino ma non ci arriva.

Tabellino

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski, Tomiyasu, Danilo, Bani, Denswil; Dzemaili (’64 Santander), Poli; Skov Olsen (’78 Orsolini), Schouten (’46 Svanberg), Sansone; Palacio. All. Sinisa Mihajlovic

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma, T. Hernandez, Romagnoli, Musacchio, Conti; Bonaventura (’78 Paquetà), Bennacer (’70 Biglia), Kessié; Calhanoglu (’85 Castillejo), Piatek, Suso. All. Stefano Pioli

Arbitro: Daniele Chiffi (Padova)

Marcatori: ’15 Piatek (rigore), ’32 T. Hernandez, ’40 T. Hernandez (autorete), ’46 Bonaventura,’84 Sansone (rigore).

Note: ammoniti Bani, Tomiyasu, Palacio, Santander (B), Bennacer e Romagnoli (M)

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×