Falsa partenza per il Milan di Giampaolo: a Udine è 1-0 per i padroni di casa

by Gabriele Amerio | 25 Agosto 2019

Non esattamente il miglior inizio possibile per il Milan di mister Giampaolo, che esce sconfitto dalla Dacia Arena al termine di una bruttissima partita.

Per i friulani, l’eroe di giornata è Rodrigo Becao, che insacca con un perentorio colpo di testa il cross del neo entrato de Paul e regala i 3 punti a Tudor, meritevole di aver preparato alla grande la partita.

Per il Milan sono tanti i campanelli d’allarme, uno su tutti lo 0 alla casella “tiri in porta”. Questa è l’ennesima dimostrazione di come a Giampaolo serva una seconda punta che possa convivere con Piatek, oggi isolato e inconcludente. Ma passiamo ora alle pagelle dei nostri.

Donnarumma, 6,5: si fa trovare sempre pronto, persino in uscita anche se ogni tanto rischia un po’. Risponde presente sulla girata di Lasagna con una parata di istinto puro. Incolpevole sul gol.

Calabria, 5,5: il lontano parente del terzino che lo scorso anno ha arato la fascia destra. Imballato, timido e impreciso: c’è bisogno di ben altro per puntare alla Champions.

Musacchio, 5,5: prestazione tutto sommato solida del Mus, che sbaglia poco. Impreciso però nella marcatura di Lasagna, che calcia e trova un miracoloso Donnarumma.

Romagnoli, 6: partita precisa e puntuale del capitano. Senza infamia e senza lode.

Rodriguez, 5,5: non spinge praticamente mai, in difesa si fa trovare quasi sempre attento. Come per Calabria, ci vuole qualcosa in più.

Borini, 5: confusionario, non riesce mai a fare la giocata pulita che liberi lo spazio a Calabria o Castillejo. Un esperimento che, ad oggi, non ha dato i suoi frutti.

Calhanoglu, 5,5: non è il suo ruolo e si vede. Non fatica tanto in impostazione quanto in contenimento, non riesce mai a illuminare il gioco e spesso forza la giocata.

Paquetà, 5: da lui ci si aspetta decisamente di più. Un solo tiro dai 25 metri non può bastare, oggi sono mancati la sua fantasia e i suoi inserimenti.

Suso, 4,5: impalpabile. Si schiaccia sempre contro la linea difensiva, non viene mai incontro a prendere la palla e non riesce mai a farsi trovare libero. Meglio quando si sposta sull’out di destra, ma non è lì che deve imparare a giocare.

Castillejo, 4,5: praticamente come Suso, non riesce mai a farsi trovare pronto. A tratti è pure dannoso.

Piatek, 5: fa a sportellate ma con scarsi risultati. Si vede poco, soprattutto nel finale per qualche lite e qualche protesta di troppo. Deve essere il trascinatore, verso l’alto però e non nel baratro.

Kessie 5,5 Leao sv Bennacer sv

a cura di Gabriele Amerio

TAG: milan, udinese
×