Tiémoué Bakayoko: molto più di un semplice mediano

by Gabriele Amerio | 15 agosto 2018

Nuovo colpo messo a segno dall’accoppiata Maldini-Leonardo: Tiémoué Bakayoko è un nuovo giocatore del Milan. Il giocatore, arrivato in prestito con diritto dal Chelsea, ha definito i due dirigenti rossoneri “leggende” e pare essersi subito calato al 100% nell’ambiente Milan.

Molto più di un semplice mediano

Fisico, agonismo, decisione: Bakayoko possiede tutte e tre queste caratteristiche, fondamentali per giocare titolari nel Milan. Il centrocampista ex Chelsea, infatti, rappresenta un vero e proprio jolly per il centrocampo di Rino Gattuso. Le migliori cose le ha fatte vedere, specialmente con la maglia del Monaco, giocando davanti alla difesa come centrocampista di interdizione. Ma non solo: la sua stazza fisica e la potenza nel gioco aereo lo han reso importantissimo anche nel contrastare il rinvio dal fondo del portiere, attivando gli altri centrocampisti nella conquista della seconda palla. Chiaramente, schierare Bakayoko davanti alla difesa significherebbe avere un equilibratore in mezzo al campo, meno regista ma sicuramente uno che sa smistare una buona quantità di palloni.

Un’altra possibilità, anch’essa da tenere in considerazione, è quella di utilizzare Bakayoko come mezzala “difensiva” sul centro-sinistra, un po’ come fa il suo dirimpettaio Kessiè dalla parte opposta. Spesso si è rimproverato alla mezzala sinistra di aiutare poco il terzino in fase di copertura: ecco che il neo numero 14 rossonero può andare a tamponare questa lacuna della squadra di Gattuso. Il suo dirottamento sulla sinistra prevede lo schieramento in mediana di Lucas Biglia, che potrebbe beneficiare anch’egli della copertura del francese.

Terza possibilità, che prevede un cambio di modulo con il passaggio a un centrocampo a 2, con 3 trequartisti dietro a Higuain. La soluzione vedrebbe un centrocampo muscolare con Bakayoko e Kessié davanti alla difesa, uno a completare i movimenti dell’altro: classico movimento elastico per i due giocatori che, disponendosi con disciplina tattica, potranno garantire equilibrio difensivo e possibilità di rientrare “con meno fretta” ai 4 giocatori d’attacco.

×