Spal-Milan…l’anno scorso il poker, quest’anno il sogno!

by Daniele Esposito | 23 Maggio 2019

Dice bene Mister Gattuso quando sostiene che siamo padroni del nostro orgoglio: del destino non più, abbiamo lasciato troppi punti per strada. Ma domenica possiamo quantomeno dimostrare che orgoglio, senso di appartenenza e attaccamento alla maglia, in questa squadra, non mancano. Quindi, andiamo a Ferrara e prendiamoci i tre punti. Poi, quello che succede a Reggio Emilia e a Milano ci interessa dopo. Per esempio, l’anno scorso a Ferrara è andata piuttosto bene: ricordate?

Doppio Cutro, poi Biglia e il Boro: che poker a Ferrara!

Febbraio 2018: il Milan va a Ferrara per ripartire, ma deve fare i conti con la SPAL di Semplici, che di semplice, nell’affrontarla, non ha proprio nulla. Però i rossoneri partono benissimo: calcio d’angolo dopo tre minuti, soliti tocchetti Suso-Calhanoglu, poi Biglia e Rodriguez e infine di nuovo Suso: rientra sul sinistro, palla in mezzo sulla quale va Romagnoli a botta sicura! Meret miracolo! Ma arriva Cutrone da rapinatore d’area che la mette dentro per il vantaggio Milan! La SPAL non ci sta e prova a ribattere, senza trovare il pareggio. Ci prova Viviani direttamente su calcio piazzato ma il pallone scheggia il palo. Si parte con il secondo tempo. Suso dalla sinistra, si accentra, finta, controfinta, finta, controfinta, finta, controfinta, finta, controfinta, finta va beh abbiamo capito! Tiro, miracolo di Meret! Ma anche qui arriva pungiglione Cutrone che in perfetto stile Pippo Inzaghi (di stinco, di ginocchio, di coscia, boh!) mette la palla dentro per la sua prima doppietta in Serie A. Ma non finisce qui: Meret va al rilancio, ma sbaglia completamente regalando palla a Biglia: Lucas la piazza e fa 3 a 0! Ma c’è gloria anche per Borini, appena entrato: Montolivo (chi?) recupera palla e imbuca per l’attaccante che di sinistro segna il 4 a 0 definitivo.

Padroni del nostro orgoglio: regalateci un sogno!

Tre punti! Poi, quello che deve succedere, succede: non vogliamo avere rimpianti. Regalateci un sogno!
Approffitto di questo numero per salutarvi: cari lettori, siamo alla fine di questa stagione e insieme al campionato si prenderà una pausa anche questa rubrica; torneremo più agguerriti che mai con l’inizio della prossima stagione. Intanto, un doveroso ringraziamento per tutti coloro che ci hanno seguito, giovedì dopo giovedì. A preso!

×