Milan-Lecce 2-2: un gran Çalhanoğlu non basta, Calderoni beffa i Rossoneri

by Andrea Fabris | 20 Ottobre 2019

Debutto amaro di Stefano Pioli sulla panchina rossonera: il Milan viene raggiunto allo scadere da un gran gol di Calderoni e viene fermato sul 2-2 dal Lecce.

La gara

Il Milan di Stefano Pioli debutta con alcune novità: Leão in campo e Piatek on panchina da un lato, Paquetà nella linea dei tre di centrocampo con Çalhanoğlu nel tridente e Kessié sull’interno sinsitro.

Rossonero che partono sicuro fortissimo, con una bella percussione di Leão, che impegna subito Gabriel. Sulla ribattuto, interviene in scivolata Paquetà, che non riesce ad insaccare la porta. Poco dopo, è ancora il portoghese a provarci, ben servito da Çalhanoğlu, ma calcia a lato. Il Milan fa la partita e sfiora il vantaggio ancora in diverse occasioni con Çalhanoğlu, Biglia e Paquetà. Al ’20, finalmente, il gol arriva: bel cross di Biglia, con Hakan Çalhanoğlu che controlla benissimo e calcia da posizione defilatissima, mandando la palla nell’ angolino. Da lì in poi, i Rossoneri amministrano e cercano il raddoppio, sfiorandolo con Suso, che impegna Gabriel in due occasioni. Il primo squillo degli ospiti arriva nel finale, con Falco che calcia alto da buona posizione.

Nella ripresa, il Lecce rientra meglio, cercando di giocare la gara sui nervi. I nostri ci cascano e cominciano a perdere la concentrazione. I salentini ci provano dalla distanza con Farias e Babacar. Poi al ’61, il VAR interviene per punire un fallo di mano di Conti in area di rigore. Dal dischetto si presenta Khouma Babacar: Donnarumma para ma, sulla ribattuta, l’attaccante del Lecce insacca. Immediata la risposta del Milan, che inserisce Krunic e Piatek per provare a tornare avanti. Diverse occasioni ancora per i Rossoneri con Çalhanoğlu e Theo Hernández, con il Lecce che, tuttavia, riesce a creare diversi problemi, non impegnando molto Donnarumma però. All’81, gran numero di Çalhanoğlu che, di tacco, serve Krzysztof Piatek. Il polacco da lì non può fallire. La partita sembra destinata a chiudersi bene ma, al  ’92, purtroppo, Marco Calderoni pesca il jolly e trova il pari.

Tabellino

MILAN (4-3-3): Donnarumma, Theo Hernández, Romagnoli, Musacchio, Conti, Kessié (’80 Rebic), Biglia, Paquetà (’67 Krunic), Çalhanoğlu, Suso, Leão (’67 Piatek). All. Stefano Pioli.

LECCE (4-3-1-2): Gabriel, Calderoni, Lucioni, Rossettini, Meccariello, Majer (’64 Petriccione), Tachtsidis, Tabanelli, Mancosu, Falco (’46 Farias), Babacar (‘ 82 Lapadula). All. Fabio Liverani.

Arbitro: Fabrizio Pasqua

Marcatori: ’20 Çalhanoğlu, ’62 Babacar, ’81 Piatek, ’92 Calderoni

Note: ammoniti Majaer, Rossettini (L), Biglia (M)

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×