Sampdoria-Milan…Una grande squadra espugna il Marassi!

by Daniele Esposito | 28 Marzo 2019

Eccoci tornati, dopo una pausa di due settimane, a parlare del nostro amato Milan. Queste due settimane saranno passate molto lentamente, immaginiamo noi, saranno state molto dolorose, sicuramente. La sconfitta del derby brucia ancora e brucia tanto. Per come è arrivata, per come non doveva arrivare. Comunque, abbiamo l’obbligo di guardare avanti, perchè la nostra situazione in classifica è tutt’ora molto dignitosa. E guardare avanti vuol dire proiettarci subito nella sfida di sabato sera, che vedrà il Milan ospita al Marassi della Sampdoria di un grandissimo Fabio Quagliarella, che questa settimana ha avuto modo di fare l’ennesimo record della sua carriera con il goal segnato con la Nazionale. Giocare al Marassi è sempre stato difficile, ma con la giusta voglia e la giusta organizzazione siamo riusciti spesso a trovare il bandolo della matassa; come quella volta nel 2003…

Un inno alla coralità: che grande Milan

Ottobre 2003: il Milan, che a fine stagione vincerà lo scudetto, si presenta al Marassi con il suo migliore 11. Da subito, la partita viene controllata dai rossoneri grazie ad una incredibile supremazia a centrocampo, con il Musagete Rui Costa a dettare i tempi di gioco; Pippo Inzaghi si infortuna ed entra al suo posto Tomasson. Alla mezz’ora, una pallone sporco in area diventa preda del danese che scaglia il pallone in porta nonostante il tentativo-suicidio di Carrozzieri di salvare la palla con la mano. Tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo la Samp ci prova, grazie a qualche scivolone della difesa rossonera, ma Dida fa buona guardia. Al 14esimo però, il Milan raddoppia con un goal che è un inno alla coralità: Serginho-Seedorf-Serginho-Tomasson-Serginho..pallone in mezzo per Sheva che fa 2 a 0. Un goal pazzesco che i più nostalgici si ricordano sicuramente. Diventa quindi la partita di Sheva, che su assist di Kaka firma il goal numero 99 in rossonero. Partita tosta, che un grande Milan è riuscito a fare sua grazie alla sua organizzazione e al talento dei suoi giocatori.

Crediamoci! Sabato con la giusta voglia e la giusta organizzazione

Sabato sera si prospetta una partita fondamentale in chiave classifica, visti gli scontri diretti in cui saranno impegnate le nostre avversarie. Vincere vorrebbe dire rosicchiare sicuaremente qualche punto a qualche avversaria. L’occasione è ghiotta, non facciamocela scappare. Dai Milan andiamo a prenderci questo quarto posto!

×