Le pagelle di Milan-Cagliari 3-0: Paquetà disegna, Piatek punisce e Calabria guida la rivolta

by Andrea Fabris | 10 Febbraio 2019

A San Siro, il Milan di Gennaro Gattuso schiaccia 3-0 il Cagliari di Rolando Maran, tornando saldamente al quarto posto.

Gianluigi Donnarumma: 7 Ennesima grande prova del numero 99 rossonero: prima, si fa trovare prontissimo sul colpo di testa di Pavoletti, poi, nella ripresa, arriva l’ennesima miracolo, su Joao Pedro. SARACINESA

Davide Calabria: 7 Stasera è incontrollabile e fa bene sia in fase offensiva che difensiva, anche se a volte si spinge troppo in avanti lasciando la difesa un po’ scoperta. Cerca in tutti i modi di metterla dentro, ma i piedi sono quello che sono. Regala emozioni tutta sera, invogliando i tifosi a seguirlo fisicamente nelle sue cavalcate. Magistrale il suo assist per Paquetà. TROTTOLINO (’65 Andrea Conti: 6 Mette minuti nelle gambe e fa il suo. TI ASPETTIAMO)

Alessio Romagnoli: 6,5 Ordinaria amministrazione per il capitano rossonero, che lascia pochi palloni giocabili a Joao Pedro. Soffre di più Pavoletti ma, tutto sommato, riesce a contenerlo. MONUMENTO

Mateo Musacchio: 6,5 Il duello fisico con Pavoletti è un bell’esame per lui. Lo passa alla grande. AIRPORT SECURITY

Ricardo Rodriguez: 6+ L’arciere svizzero è sempre una garanzia. Ogni tanto prova a spingere, ma deve sempre dare copertura a Paquetà e Calhanoglu. CERTEZZA

Tiémoué Bakayoko: 6+ Prestazione più conservativa del solito. E’ da mesi che tiene in piedi il centrocampo e ci può stare. Il rientro di Biglia può solo giovargli. Con l’Atalanta ci sarà bisogno del miglior Baka. STANCO

Franck Kessié: 6 Segnali di risveglio del trattore rossonero, che perde mezzo voto a causa dei suoi continui tentativi di tiro dalla distanza. Allo stesso tempo, però, limita alla grande sia Padoin che Barella. ARIAMOLI

Lucas Paquetà: 7 Regala pennellate di classe con tocchi di prima che velocizzano i tempi della manovra e segna un gran bel gol sotto la Curva Sud. Commovente la sua dedica alle vittime della disgrazia del Flamengo. ARTISTA

Hakan Calhanoglu: 6,5 Sicuramente è un altro Calhanoglu rispetto a quello che abbiamo visto negli ultimi mesi, ma non è ancora quel giocatore che abbiamo ammirato e adorato la scorsa stagione. Più partecipe, più coinvolto: la squadra è al suo fianco e i compagni cercando di fare di tutto per aiutarlo a trovare la rete. Lui da tutto, ma è molto sfortunato. TURBO KEBAB (’76 Fabio Borini: s.v)

Suso: 5,5 Si divora clamorosamente il 4-0 a tu-per-tu con Cragno. Mai incisivo. E’ un periodo in cui non gira. FUORI FASE

Krzyzstof Piatek: 7 Finalmente il Milan sembra aver trovato un numero 9 all’altezza. Tiene palla, fa sponde, apre gli spazzi, gioca di prima e pressa. Letale come al solito, il Pistolero timbra il cartellino anche stasera, svuotando il suo caricatore insieme alla Sud, come suo solito. Peccato per quel pallonetto troppo lezioso tentato nel primo tempo. KILLER INSTINCT (’65 Patrick Cutrone: 6 Entra con la solita fame di gol e si costruisce un paio di occasioni, ma non riesce ad incidere. LEONE IN GABBIA)

All. Gennaro Gattuso: 7 Il suo Milan torno al quarto posto con una vittoria importante. La squadra sta bene sia fisicamente che mentalmente, ha fatto un buon lavoro. ALCHIMISTA

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×