Le pagelle di Milan-Dudelange 5-2: il solito Cutrone e un ritrovato Calhanoglu evitano l’incubo

by Andrea Fabris | 29 novembre 2018

A San Siro, dopo un brutto finale di primo tempo ed un pessimo inizio di ripresa che aveva visto il Dudelange passare in vantaggio, il Milan di Gennaro Gattuso ribalta il risultato, e porta a casa un ottimo 5-2 che tiene ben accese le speranze di qualificazione.

Pepe Reina: 5 Continua a non dare sicurezze al reparto difensivo. E’ un leader carismatico, dirige la squadra ma, allo stesso tempo, crea panico nei tifosi ogni volta che la palla si avvicina alla sua area. MATUSALEMME

Davide Calabria: 5,5 Si limita al compitino. Visto il valore tecnico dell’avversario ci si aspettava molto di più da lui. FRENO A MANO

Stefan Simic: 6+ E’ al debutto ufficiale in rossonero, ed è uno dei pochi a non perdere la testa, se non nel finale, quando si fa ammonire. Buona prestazione la sua: mette lo zampino anche nella quarta rete rossonera. RISORSA

Cristian Zapata: 5,5 Doveva essere il punto di riferimento della difesa, ma si lascia clamorosamente uccellare in occasione del 2-1 ospite. BLACK OUT

Diego Laxalt: 5 Da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più in fase offensiva. Non si è ancora visto il calciatore che aveva le fortune del Genoa. DESAPARECIDOS

Alen Halilovic: 5 Alla sua prima vera occasione si limita al compitino e non lo fa neanche tanto bene. CHI L’HA VISTO? (’52 Suso: 6+ Entra e prende il controllo della fascia destra. Propizia il quinto gol.  CERTEZZA)

Andrea Bertolacci: 4 Solo una parola: IMBARAZZANTE (’58 Josè Mauri: 6,5 Sfrutta alla grande una delle poche chance avute quest’anno. Buona giocate e tanta grinta. MINION)

Tièmouè Bakayoko: 6 Manca Kessié, e si vede. Lui fa la sua onesta partita. Speriamo che il suo infortunio nel finale non lo tenga lontano dai campo. ABBANDONATO

Hakan Calhanoglu: 6,5 Ci prova a sprazzi, ma quando lo fa è devastante. Può dare molto di più: tuttavia, ha il merito di propiziare il 2-2, riportare avanti la squadra, e mettere lo zampino negli ultimi due gol. NEON

Gonzalo Higuain: 4,5 Doveva essere il trascinatore della squadra.Non è fortunato nelle pochissime occasioni che si crea, e mostra il solito nervosismo. VALIUM

Patrick Cutrone: 6,5 Se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. E’ l’unico a crederci sempre, dal ‘1 al ’90. BANDIERA (’80 Fabio Borini: 6+ Non ci sono più parole per questo giocatore. Con tutti i limiti che può avere dal punto di vista tecnico, ci mette sempre l’anima. Meritato il quinto gol. JOKER)

All. Gennaro Gattuso: 6 Costretto al turnover a causa degli infortuni, forse sottovaluta gli avversari, che già all’andata lo fecero soffrire. Fortunatamente, grazie anche ai suoi cambi, la partita si raddrizza. LAVORI IN CORSO

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×