Le Pagelle di Milan-Bologna 2-1. Abate e Borini guidano la riscossa, Mauri sorprende

by Andrea Fabris | 6 Maggio 2019

A San Siro, tre punti fondamentali per il Milan di Gennaro Gattuso, che batte 2-1 il Bologna grazie alle reti di Suso e Fabio Borini. Per i felsinei, rete dell’ex-Mattia Destro.

Gianluigi Donnarumma: 6,5 Viene impegnato diverse volte nell’arco dei novanta minuti, ma sfodera soprattutto due ottimi interventi al momento giusto. Nel primo caso, tocca quel tanto che basta una micidiale conclusione di Pulgar, lasciandola uscire a pochi centimetri dalla porta. Nel secondo, effettua una gran parata plastica su un tiro dal limite di Edera. FREDDO COME UN CROTALO

Ricardo Rodriguez: 6 Partita senza infamia e senza lode la sua. Contiene gli attaccanti avversari e fa poco in fase offensiva. COMPITINO

Mateo Musacchio: 6 Forse il centrale più discontinuo della stagione rossonera. Questa sera ha fatto un’ottima partita, con poche sbavature. Decisivo soprattutto sulle palle alte. MILANO-MALPENSA

Cristian Zapata: 6 E’ un difensore elegante come pochi. Quando è concentrato come stasera, è un difensore da grande squadra. SICUREZZA

Ignazio Abate: 7 Torna titolare dopo un po’ di tempo, ma sfodera una grandissima prestazione in una di quelle che potrebbe essere una delle sue ultime partite con la maglia rossonera. Il binario di destra è uno dei meno utilizzati dai felsinei, che non riescono a sfondare, soprattutto grazie a lui. L’UOMO BIONICO

Franck Kessié: 5,5 Forse il peggiore del centrocampo rossonero, tuttavia, nonostante una non grande condizione fisica lotta per novanta minuti e tira fuori il carattere. LEONE

Lucas Biglia: sv La sua partita dura solo 26 minuti poiché, per via di un brutto intervento che gli causa un infortunio alla caviglia, è costretto a lasciare il campo. Stava facendo il suo. Probabilmente la sua stagione è finita qui. FORZA LUCAS! (’26 José Mauri: 6,5 Non vedeva il campo da mesi. Grazie alla magra sceneggiata di Bakayoko entra in campo al posto di Biglia. E’ limitato, ma lotta come un leone su tutti i palloni e fa una grande gara, chiudendo la partita con i crampi. EROE VERO)

Lucas Paquetà: 5  Era uno dei più attesi e, tutto sommato, fa la sua onesta gara, anche se si capisce che non è al meglio. Poi, butta via tutto al ’75 con un’espulsione stupida che non si addice al calciatore che ci ha mostrato di essere. INGENUO

Suso: 6,5 Decisamente la miglior partita del suo disastroso ultimo periodo. E’ sempre intermittente, infatti, nel secondo tempo, sparisce dal campo con il passare dei minuti. Tuttavia, segna il gol che sblocca la partita con uno dei suoi soliti guizzi. CORRENTE ALTERNATA (’79 Samu Castillejo: sv)

Hakan Calhanoglu: 6 Discontinuo per tutti i minuti che resta in campo ma, almeno, fa vedere qualche spunto e conclude in porta in ben due occasioni. Tutto sommato, prestazione sufficiente. Purtroppo, anche lui abbandona il campo per un infortunio. SENZA PICCANTE (’60 Fabio Borini: 7 Per chi vi scrive, il migliore in assoluto di tutta la gara. Quando entra ci mette sempre il cuore e lotta per la maglia più di tutti gli altri. Probabilmente conosce i suoi limiti, ma sa cosa vuol dire indossare una maglia come quella rossonera. Molti dovrebbero imparare questo da lui, soprattutto i centrocampisti francesi della nostra rosa. UN CUORE GRANDE COSI’)

Krzysztof Piatek: 6 In avanti è poco servito e riceve un solo pallone giocabile. In difesa, però, salva un pericolosissimo pallone vagante in area di rigore nei minuti finali. ADATTABILE

All. Gennaro Gattuso: 6 L’importante era uscire con i 3 punti: obiettivo raggiunto. Il caso Bakayoko, aggiunto all’espulsione di Paquetà lo mette in difficoltà per le prossime gare. Lo aspetta un periodo ancora più infernale. HELLBOY

MENZIONE SPECIALE: Tiémoué Bakayoko: 0 INQUALIFICABILE

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×