Le pagelle di Fiorentina-Milan 0-1: Gigio e Calhanoglu decisivi, Bakayoko si riscatta

by Andrea Fabris | 12 Maggio 2019

Al Franchi, il Milan di Gennaro Gattuso vince 1-0 contro la Fiorentina di Vincenzo Montella portando a casa tre punti che tengono ancora vivo il lumicino che porta alla qualificazione alla prossima Champions League.

Gianluigi Donnarumma: 7 Grandi interventi e ottime uscite sulle palle alte. Bravissimo a chiudere la porta a Mirallas e Chiesa; decisivo sulla deviazione involontaria di Kessié, che sembrava indirizzata alla rete. CERTEZZA

Ignazio Abate: 6+ Prestazione di sostanza per Ignazio, che tiene bene Biraschi e martella le gambe di Chiesa quando serve. Prestazione meno perfetta di quella contro il Bologna, ma sempre di ottimi livello. LEADER

Mateo Musacchio: 6,5 Ottima prestazione del difensore argentino, che in fase difensiva argina molto bene gli attaccanti Viola. Bravo anche in fase offensiva, dove riesce a lanciare verso la porta Suso. AIRPORT SECURITY

Alessio Romagnoli: 6,5 Anche il capitano rossonero torna in campo con un’ottima prestazione. Decisivo il suo intervento su Vlahovic nella ripresa. COLONNA D’ERCOLE

Ricardo Rodriguez: 6 Nel primo tempo cerca di proporsi in fase offensiva, poi, nella ripresa, comincia a soffrire le discese di Mirallas ma, tutto sommato, fa il suo. GARANZIA

Franck Kessié: 5 Prestazione di sostanza la sua, dove cerca di lottare a centrocampo. Tuttavia, rischia l’autogol deviando in porta un cross della Viola e, poi, perde un sanguinoso pallone – poi recuperato da lui stesso – che innesca un pericolosissimo contropiede. Tanti errori, che mettono in difficoltà i compagni. IN APNEA

Tiémoué Bakayoko: 6,5 Dopo l’indegna sceneggiata della scorsa settimana, torna in campo dal primo minuto e prende in mano il centrocampo, mettendo in seria difficoltà Edmilson e Benassi. Gioca per due, rimediando anche la prestazione sottotono di Kessié. DIGA

Hakan Calhanoglu: 7 Gol pesantissimo – il terzo in quattro gare contro la Fiorentina – che tiene vive le speranze Champions dei Rossoneri. Prima, aveva anche impegnato Lafont costringendolo al miracolo. Nella ripresa cala. TURBO KEBAB

Suso: 6,5 Assist decisivo per Calhanoglu. Uno di quegli assist che sono mancati tantissimo negli ultimi mesi. Soffre le botte di Biraghi, ma riesce più volte ad impegnare Lafont. CREMA CATALANA (’81 Samu Castillejo: sv)

Kzrzystof Piatek: 5,5 Soffre terribilmente la mancanza di passaggi da parte dei compagni, la cosa ormai è evidente da settimane. Lui si sbraccia, prova a partecipare alla manovra e a dettare il passaggio, ma invano. ISOLATO  (’74 Patrick Cutrone: 5,5 Entra, lotta come un leone e ci mette la grinta, tuttavia, fallisce clamorosamente l’occasione del raddoppio, con un diagonale che esce di poco. LOTTATORE)

Fabio Borini: 7 Mette in seria crisi Laurini, poi, sul finale del primo tempo, effettua un grande salvataggio su Mirallas. Sicuramente uno dei migliori in campo; esce in seguito ad una gomitata. SPUTARE SANGUE (’88 Diego Laxalt: sv)

All. Gennaro Gattuso: 6,5 Il Milan si accende con il passare dei minuti, uscendo alla distanza. Decisiva la scelta di mettere Borini titolare. Calhanoglu, uno dei suoi pupilli, gli regala tre punti importantissimi. Nella ripresa, cerca di coprirsi per tenere il risultato. STRATEGA

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×