Le pagelle di Sampdoria-Milan 0-2: in mezz’ora, Cutrone spacca la partita; Reina finalmente decisivo

by Andrea Fabris | 12 Gennaio 2019

Al Ferraris di Genova, il Milan si impone sulla Sampdoria ai tempi supplementari grazie ad una stupenda doppietta del solito Cutrone, accendendo così ai quarti di finale di Coppa Italia.

Pepe Reina: 7 Per la prima volta in stagione sforna una prestazione di alto livello, salvando la porta in almeno tre occasioni con interventi da vero campione. DECISIVO

Ricardo Rodriguez: 6,5 Ogni settimana si potrebbe fare il “copia e incolla” della gara precedente per quanto riguarda la sua pagella. Non è un fenomeno, ma fa sempre il suo ed è una sicurezza. SVIZZERO

Alessio Romagnoli: 6,5 Solita buona prova del capitano rossonero – a cui vanno i nostri più sinceri auguri di compleanno. Amministra la difesa in maniera magistrale mettendo ordine e non lasciando ampi spazi agli attaccanti doriani. La squadra ha il suo condottiero: Alessietto Romagnoli da Anzio. LEADER

Cristian Zapata: 6,5 Altra ottima prestazione per il centrale colombiano che, se concentrato, si dimostra una vera e propria garanzia. Elegante il modo in cui temporeggia su un incursione di Caprari nel primo tempo evitando di cadere nel tranello della scivolata e causare un clamoroso calcio di rigore. TRANKILO

Ignazio Abate: 6,5 Torna nella sua posizione naturale e sforna l’ennesima buona prestazione. Avrà forse dei limiti dal punto di vista tecnico, ma il soldatino di Sant’Agata di Goti ci mette sempre il cuore e la grinta, rivelandosi, ancora una volta, una vera e propria sicurezza. CREMA SOLARE PROTEZIONE 20 (’99 Andrea Conti: 7 Ottimo ingresso in campo del terzino rossonero che, al primo pallone giocabile, sforna un cross delizioso come un Ferrero Rocher per Cutrone. Sembra pronto a resuscitare dal lungo calvario e tornare ai suoi livelli. LAZZARO)

Tiémoué Bakayoko: 6 Solita prestazione di sostanza per il centrocampista francese che, tuttavia, risulta più macchinoso ed impreciso del solito. APPESANTITO

Franck Kessié: 6- Stesso discorso di Bakayoko, anche se entra meno nella manovra rispetto al compagno di reparto. FANTASMA

Lucas Paquetà: 6+ Non è facile debuttare dal primo minuto in una squadra completamente nuova contro un avversario così ostico. Il giovane centrocampista brasiliano, tuttavia, mostra ottimi spunti e fa vedere cose buone, pur non riuscendo ad incidere sulla gara. BUONA LA PRIMA (’85 Fabio Borini: 6 Solita prestazione di sacrificio per il Pirata, che lotta sempre su ogni pallone e si sbatte per la squadra. SOLDATINO)

Hakan Calhanoglu: 6,5 Prestazione in crescita rispetto alle ultime uscite, ma sempre al di sotto delle aspettative. Tuttavia, nel finale sforna un lancio pazzesco per il secondo gol di Cutrone: il pallone percorre una traiettoria degna di Sir Robin di Locksley. ARCIERE

Samu Castillejo: 6 Nella prima frazione, l’esterno spagnolo è uno dei più attivi in fase offensiva, e mostra diversi ottimi spunti che, tuttavia, non riesce a concretizzare. Nella ripresa, il suo rendimento cala gradualmente, insieme alla sua concentrazione, portandolo a creare confusione nella manovra rossonera. CONFUSIONARIO (’91 Patrick Cutrone: 8 In poco più di mezz’ora, il giovane bomber rossonero scombussola la gara, realizzando una doppiettapazzesca: prima, insacca con un piattone al volo balistico sul bellissimo crosso di Conti, poi, sempre di prima intenzione, segna un’incredibile rete da cineteca su lancio magistrale di Calhanoglu. Freddo come il sangue di cobra e più indiavolato che mai. LETALE

Gonzalo Higuain: 6+ Poco servito, ma più presente del solito sia nella manovra rossonera che con la testa. Sfiora un gol clamoroso nel finale della prima frazione ma, purtroppo, non trova la via della rete. Sembra tutto fuorché uno con la testa altrove. ATTIVO (‘110 Diego Laxalt: s.v.)

All. Gennaro Gattuso: 7 Ha ridato solidità al gruppo che, finalmente, torna a sembrare unito anche nei momenti di difficoltà. Come spesso lo critichiamo per i cambi effettuati, oggi gli va riconosciuto il fatto di averli azzeccati, cambiando in meglio la partita. GENERALE

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×