Milan-Siena…quando il Milan liquidava le “piccole”

by Daniele Esposito | 16 Maggio 2019

Siamo ancora aggrappati ad un barlume di speranza che si chiama Juve. Anzi, si chiama Cristiano Ronaldo: il marziano, il migliore del mondo. Quindi, perchè non crederci? Insomma, il Milan fa quello che deve fare (6 punti nelle ultime 2) e il Signor Cristiano pure (batte l’Atalanta domenica) = Milan in Champions. Eh si che noi ci crediamo! Ma prima ribadiamo: il Milan deve fare il suo dovere: battere prima il Frosinone e poi la SPAL. Le “piccole” sono sempre state un problema per il Milan però, che spesso e volentieri ha faticato e non poco per portare a casa i tre punti. Ma non questa volta…

A San Siro scende in campo un alieno: prima tripletta italiana per Dinho!

Gennaio 2010: il pazzo Milan di Leonardo ospita il Siena. Quel giorno scese in campo un vero e proprio marziano: Ronaldinho Gaucho! La partita si fa subito in discesa perchè dopo solo 9 minuti, Boriello sfrutta un’incertezza della difesa bianconera e si trova a tu per tu con il portiere Curci, che lo stende: rigore e rosso diretto! Dal dischetto va Dinhooo…goall! Ed è 1! I rossoneri, da grande squadra, continuano ad attaccare fino a trovare un goal capolavoro: Pirlo scodella dalla trequarti, Boriello defilato raccoglie con una girata al volo che si infila sotto la traversa. San Siro impazzisce per il 2 a 0! Siamo nel secondo tempo ormai e il Milan continua ad attaccare. Sulla fascia sinistra c’è un alieno che con le sue scorribbande fa impazzire la difesa avversaria: dribbling, pallonetti, scatti. E’ imprendibile! Corner per il Milan, palla dentro… chi la prende? Dinho! Di testa! 3 a 0! Ma non finisce qui perchè il fenomeno brasiliano ha ancora tempo di raccogliere un lancio lungo, lui è defilato sulla sinistra però: si accentra dalla trequarti e prova a calciareeee! Mamma mia che goal! 4 a 0 e prima tripletta italiana per il brasiliano che vale da sola il prezzo del biglietto (e ci manca!).

Due partite, sei punti: forza lotta, vincerai!

Siamo alla fine, mancano due giornate e sei punti. Noi ci crediamo. Voi? Forza lotta, vincerai!

×