Milan-Sassuolo, Pioli: “Possiamo crescere tanto. Caldara è a disposizione.”

by Andrea Fabris | 14 Dicembre 2019

Alla viglia della gara di domani pomeriggio a San Siro contro il Sassuolo, il tecnico rossonero Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti.

Sulla squadra: “Sapevamo l’importanza di queste due gare, tutti dobbiamo avere la voglia necessaria per finire bene questa prima parte di stagione, non siamo usciti completamente dal tunnel, vediamo la luce ma dobbiamo brillare e continuare a fare bene. La cosa importante è che la squadra sta crescendo da molti punti di vista, la testa è più positiva, dobbiamo insistere sui nostri concetti e principi. Dobbiamo avere idee, soluzioni, qualità e intensità. La partita di domani è un’altra opportunità che dobbiamo volere.”

Su Giacomo Bonaventura“E’ un giocatore importante, più giocatori importanti abbiamo più possiamo fare bene. Jack è uno di questi, ce ne sono tanti, sono molto contento del lavoro che stanno facendo. Adesso dobbiamo spingere.”

Su Kzrzystof Piatek“E’ la squadra che deve giocare da squadra, se riusciamo ad essere squadra poi le individualità vengono esaltate. Piatek è una di queste individualità che può indubbiamente crescere.”

Sulla festa di domani: “Non siamo una società come le altre, è un onore partecipare ad una giornata come domani, abbiamo la possibilità di onorare la storia del Milan facendo una prestazione da Milan. La classifica non è ancora quella che vogliamo ma rimaniamo concentrati su domani contro un avversario che gioca un buon calcio, dobbiamo essere all’altezza dall’inizio alla fine.”

Su Lucas Paquetà“Sta bene, è in buone condizioni, Paquetà fa parte di questi, poi vedrò che scelte farò domani.”

Su cosa debba essere migliorato: “La squadra deve essere in grado di leggere situazioni, ogni partita deve essere come le altre. Dobbiamo essere concreti, con un passaggio possiamo creare pericolosità. Qualcosa gli avversari ti concedono sempre, dobbiamo avere le idee chiare per affrontare gli avversari avendo più vantaggi che svantaggi. Veniamo da due buonissime prestazioni ma si può crescere ancora tanto.”

Su Mattia Caldara“Se è convocato è a disposizione per giocare, sta sicuramente meglio, le due partite in allenamento gli hanno dato più ritmo. Non può essere ancora al 100% ma è giusto che stia con noi. Mercato? Per quello ci sarà il tempo per fare le nostre valutazioni.”

Sulla possibilità dell’arrivo di un attaccante a gennaio: “Domani giochiamo una partita importante, a gennaio risponderò alle domande di mercato. E’ giusto che io faccia le mie valutazioni e le faccia con la società. La crescita della squadra è troppo importante, dobbiamo elevare le nostre performance. Se ci sarà da migliorare ci troveremo pronti ma l’importante è fare punti, mi aspetto tanto dalla mia squadra.”

Su Rafael Leao: “Leao è stato preso per due motivi, uno è perché un potenziale importantissimo ma bisogna dargli il tempo. Un altro motivo è che nel progetto tecnico tattico il Milan all’inizio giocava con le due punte. E’ un attaccante di movimento, poi può anche fare la prima punta con le sue caratteristiche. Sta lavorando per migliorare e per ampliare il suo bagaglio tattico e fisico.”

Sull’importanza di Hakan Calhanoglu“E’ un giocatore molto forte e importante, non credo sia un attaccante esterno puro, deve giocare a tutto campo, collaborare con Theo e Bonaventura, dobbiamo essere bravi a coprire tutto il campo. I tifosi ci hanno sostenuto sempre, le prestazioni sono state altalenanti, più i tifosi sosterranno i nostri giocatori più saremo forti.”

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×