Milan-Sampdoria 0-0, Pioli: “Serve qualità nelle scelte individuali. Dobbiamo cercare di più Ibra…”

by Andrea Fabris | 6 Gennaio 2020

Al termine del pareggio a reti bianche di San Siro contro la Sampdoria, il tecnico del Milan, Stefano Pioli, è intervenuto ai microfoni di SKY Sport.

Sulla gara: “Volevamo vincere, riprendere il nostro campionato con una vittoria. Deludente che non ci siamo riusciti. Abbiamo fatto la partita, abbiamo giocato un numero impressionante di palloni nella loro area ma ci è mancata la qualità, senza di questa è difficile vincere la gara. Non ci è mancata la voglia ma ci è mancata la situazione giusta”.

Sulla qualità: “Da tutti i giocatori deve arrivare più qualità, dovevamo avere più precisione e più qualità nei passaggi, bisogna andare a prendere meglio le palle sporche. E’ un peccato non aver vinto”.

Su Ibrahimovic: “L’impatto è stato assolutamente positivo, ha dato subito sostegno, la squadra non è ancora abituata a questa presenza, nel finale potevamo cercarlo di più, la sua prestanza fisica ci dà qualche soluzione in più”.

Sulle soluzioni: “Qualità non è solamente nel passaggio ma nelle scelte da fare, abbiamo speso tanto dal punto di vista mentale. La disastrosa sconfitta di Bergamo ci è rimasta dentro, ci siamo macerati arrivando a questa partita. Siamo stati una gara sempre brava a costruire ma dovremo essere bravi a sfruttare anche altre soluzioni”.

Sulla gara con l’Atalanta: “Sono sconfitte che rimangono e che tolgono anche certezze, mi aspettavo una partita difficile. Bastava qualcosina in più, la fortuna bisogna andarsela a cercare, volevamo questa vittoria ed usciamo da questa gara con un po’ di rammarico”.

Sulla possibilità di intervenire a centrocampo sul mercato: “I centrocampisti del Milan hanno buone caratteristiche, stiamo passando un momento particolare non con tanta fiducia, ma le qualità ci sono. Nel primo tempo siamo stati ordinati, poi più passava il tempo più eravamo meno ordinati, ci sono le qualità per fare sicuramente meglio. Ci sono ancora tante partite in cui il Milan può incidere”.

Su Suso: “Tutto lo sviluppo offensivo che avremo in futuro con la probabile presenza di Ibra è tutto da studiare e sviluppare. Credo che la cosa importante in una squadra di calcio sia mettere i giocatori di qualità più volte in possesso palla. Suso oggi ha avuto delle occasioni per determinare la gara e non c’è riuscito, ma è accaduto anche ad altri calciatori. Non siamo riusciti a concretizzare delle situazioni che potevano essere concretizzate in maniera differente, la presenza di Ibra può dare più soluzioni”.

Sul ruolo di Ibrahimovic: “Sta facendo il centravanti, poi vedremo se giocheremo con lui ed un altro. Con Piatek? Si può fare, basta mantenere l’equilibrio di squadra, c’è tanto da fare ancora nel nostro lavoro, si può fare meglio”.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×