Milan-Parma…e Nocerino si porta il pallone a casa!

by Daniele Esposito | 29 novembre 2018

Siamo ancora al quanto stizziti dalla partita di domenica contro la Lazio che siamo qui a scrivere quasi per sfogare un po’ della rabbia che ancora abbiamo dentro. Comunque, quanti di noi avrebbero firmato per un pareggio, prima della partita? In tanti, compreso chi vi sta scrivendo. Per cui diamo merito ai ragazzi che, decimati, sono riusciti a strappare comunque un punto da un campo storicamente ostico. E soprattutto, proiettiamoci al match di domenica, che vede il Milan ospitare a San Siro un Parma che, zitto zitto, si trova a solo due punti da noi e che è (con merito) in piena corsa per l’Europa.

La tripletta del Noce

Raccontiamo allora di quel Milan-Parma della stagione 2011/2012, giusto perché in questi giorni si parla di un ritorno a Casa di Ibrahimovic, colui capace di rendere fenomeni anche i giocatori normali: e quella partita ne fu esattamente la prova. Pronti via, il Milan passa subito in vantaggio: Ibra (ma va?) mette la palla in mezzo, dopo una serie di rimpalli arriva la zampata di Nocerino per l’1 a 0 Milan. Pochi minuti dopo, ancora il centrocampista campano raccoglie un pallone al limite dell’aria: stop di petto e sinistro al volo sotto il sette che porta i rossoneri sul vantaggio di 2 a 0. Ma la festa è solo a metà. Il secondo tempo inizia con i soliti attacchi dei rossoneri che portano all’azione del tre a zero: lancio lungo per Ibra che, grazie al suo strapotere fisico e alla sua solita tecnica spedisce il pallone in buca d’angolo per la gioia dei tifosi. Il Parma, ferito nell’orgoglio, reagisce e sigla il gol della bandiera con Giovinco. Ma la festa deve concludersi con una ciliegina sulla torta: e allora Cassano raccoglie la palla sull’out di sinistra, pennella in mezzo per l’inserimento di chi? Ma di Nocerino, ovviamente, a conferma di quanto detto sopra. 4 a 1, tripletta del Noce e pallone portato a casa dal centrocampista campano. Siamo tutti convinti, adesso, che il ritorno di Ibra gioverebbe a tutto e a tutti? Bene.

Domenica sarà importante vincere per dare un bel segnale alle dirette avversarie

Il Milan-Parma di domenica sarà sicuramente molto diverso da quello appena raccontato. Tuttavia il Milan esce dall’Olimpico con qualche convinzione in più, nonostante gli infortuni. Perché la rosa rimane valida, e soprattutto perché la corsa al quarto posto è più viva che mai. Vincere vorrebbe dare un bel segnale, alle inseguitrici e a chi sta sopra. Andiamo a prenderci questo quarto posto. Con le unghie e con i denti!

×