Milan, operazione Bonucci bis in attacco?

by Valerio Pennati | 30 maggio 2018

Giugno si avvicina e quindi manca sempre meno al giudizio sul Milan da parte della camera giudicante del Controllo Finanziario per Club della UEFA, previsto per il 15 giugno. Proprio fino a questa data il club rossonero ha deciso di rimanere immobile sul mercato per rispetto delle istituzioni UEFA e in attesa di capire quale sarà la sanzione definitiva. 

La società quindi non ha intenzione di intavolare alcuna trattativa fino a metà giugno, onde evitare di dare ulteriormente nell’occhio al massimo organismo calcistico europeo. Nel frattempo i dirigenti rossoneri non stanno rimanendo fermi a guardare, ma si stanno muovendo sotto traccia per studiare tutte le possibili mosse di mercato: proprio in quest’ottica è nata un nuova “pazza” idea per il ruolo di attaccante.

BONUCCI BIS

La Juventus, che non ha ancora chiuso definitivamente per l’arrivo di Perin, è tornata alla carica con il Milan per capire le reali possibilità riguardo ad un trasferimento di Donnarumma a Torino. I rossoneri però hanno bloccato subito ogni discorso perché in Italia non sono disposti a cedere il loro numero 99 nemmeno per i “famosi” 60 milioni dell’attuale valutazione. 

Il Milan però ha approfittato dei contatti con i bianconeri per chiedere informazioni su Higuain, che sembrerebbe destinato a lasciare Torino in estate. I dirigenti della Juventus hanno fatto sapere che il prezzo si aggira intorno ai 55 milioni di euro, necessari per coprire l’ammortamento a bilancio dell’oneroso acquisto dell’argentino.

La società rossonera così si è presa del tempo per riflettere perché l’affare Higuain intriga e non poco (soprattutto Fassone), tanto che si pensa ad una clamorosa operazione Bonucci bis: il Milan, infatti, potrebbe garantire alla Juventus i 55 milioni richiesti per l’attaccante argentino e poi far partire in direzione Torino un pupillo di Allegri, Jack Bonaventura che è valutato circa 23 milioni di euro e andrà in scadenza nel 2020. Insomma un po’ come l’affare Bonucci che la scorsa estate fu pagato circa 40 milioni dai rossoneri e poi De Sciglio andò a Torino per 12 milioni.

Asse caldo dunque tra Milano e Torino grazie ad un affare che potrebbe accontentare entrambe le squadre: il Milan troverebbe finalmente il suo bomber e farebbe una plusvalenza con Bonaventura; mentre la Juventus aggiungerebbe un centrocampista di livello alla sua mediana e riuscirebbe a vendere Higuain alla cifra richiesta. 

Ad oggi però i rossoneri stanno lavorando al mercato in entrata esclusivamente sotto traccia in attesa del 15 giugno e di scoprire la sanzione della UEFA.

FRONTE USCITE

Si continua a lavorare anche sul fronte uscite proprio per cercare di racimolare i 55 milioni da spendere per Gonzalo Higuain. In quest’ottica saranno fondamentali le uscite di Carlos Bacca e André Silva: il primo con ogni probabilità sarà riscattato dal Villarreal, mentre per il portoghese il Milan sta trattando con il Monaco sulla base di 32 milioni di euro. Per quanto riguarda Kalinic, invece, ad oggi non sono ancora pervenute offerte e quindi, nel caso che nessun club si faccia avanti in estate, il croato è destinato a rimanere a Milanello.

Infine per le corsie esterne dell’attacco il primo obiettivo resta sempre Depay, che ha una valutazione molte alta. Nel caso però una società decida di pagare la clausola di 38 milioni per Suso; il Milan si fionderebbe con quella cifra proprio sull’esterno del Lione.

×