Milan-Inter…e la partita scudetto decisa già dopo 40 secondi!

by Daniele Esposito | 14 Marzo 2019

Il derby della Madonnina, la Stracittadina di Milano: chiamatelo come volete, per chi vi scrive è la partita della stagione. Per la rivalità calcistica, per la supremazia cittadina e per la classifica. Domenica ci aspetta una partita che il Milan non può e non deve fallire: per i suoi tifosi e per il terzo/quarto posto. Tra l’altro, piccola nota, questa rubrica è iniziata proprio in occasione del derby di andata, concluso con un finale trhiller che tutti noi abbiamo provato a dimenticare, probabilmente invano. Chiudiamo questa piccola parentesi legata a questa ricorrenza e concentriamoci sul derby. Inutile dire che Milan e Inter hanno spesso e volentieri regalato partite pazzesche, sia in Italia che in Europa; come quella che vi stiamo per raccontare.

Acciughina vs Leonardo: ma bastano 40 secondi per decidere il derby

Siamo nell’aprile 2011 e il Milan di Acciughina Allegri sfida l’Inter di…Leonardo! Sì, proprio il nostro attuale DS, che era approdato alla corte dei nerazzurri a dicembre per rimanerci solo sei mesi, e, sempre chi vi sta scrivendo, c’era rimasto così male che decise di andare allo stadio solo per urlare contro l’ex rossonero; splendida poi la coreografia della Sud che lo raffigurava al posto di Giuda nell’Ultima Cena. Comunque, Milan e Inter si affrontano in un vero e proprio match scudetto, con il Milan avanti di 2 punti. La partita parte più forte che mai, perchè dopo 47 secondi il Milan passa grazie a Pato, dopo una serie di verticalizzazioni: partita subito in discesa e Inter tramortita. Il Milan continua ad attaccare andando vicino al goal (traversa di Van Bommel), ma l’Inter non ci sta e risponde: corner, Motta va a botta sicura ed incorna e g…no! Abbiati salva sulla linea ed esulta come se avesse segnato! Ma ancora Inter… palla in area, Cambiasso spizza e libera Eto’o che si presenta tutto solo davanti ad Abbiati, deve solo spingerla in porta e infatti g….no!! Fuori! Incredibile errore sottoporta dell’attaccante nerazzuro! A questo punto, il Milan sale in cattedra: siamo già nel secondo tempo quando Pato, lanciato a rete, viene atterrato da Chivu: fallo e rosso sacrosanto. Il Milan allora può dilagare, e infatti dopo una bella azione Abate mette in mezzo per Patooo! Ancora il papero! Due a zero e partita in cassaforte. Ma non è finita, perchè Robinho ha ancora il tempo per sbagliare quei 3/4 goal clamorosi davanti al portiere, fino al rigore che Cassano si procura e trasforma. Tre a zero, tutti a casa e scudetto che a maggio sarà rossonero! Che gioia immensa, quella partita.

Ora più che mai: vogliamo 11 leoni!

Torniamo al presente. Domenica ci giochiamo tanto, anche se non tutto. L’obiettivo resta comunque il quarto posto e quindi vincere avrebbe un significato importante. I ragazzi sono concentrati, il Mister sarà di consueto sulla panchina (e non in tribuna). Noi allo stadio, davanti alla tv o ad una radio con la solita passione. Vogliamo 11 leoni! Ora più che mai avanti Milan!!!

×