Le Pagelle di Milan-Atalanta 2-2: Higuain e Bonaventura trascinano i Rossoneri, ma non basta

by Andrea Fabris | 23 settembre 2018

A San Siro, il Milan viene beffato nel finale dall’Atalanta, che agguanta il pareggio in pieno recupero con Emiliano Rigoni. Ottima prestazione di Gonzalo Higuain e Giacomo Bonaventura, che siglano le reti rossoneri, intervallati dal pareggio di Duvan Zapata.

 

 

Gianluigi Donnarumma: 6,5 Ordinaria amministrazione per lui, almeno fino ai minuti finali, dove si supera con una straordinaria parata sul tentativo di Duvan Zapata. Tuttavia, il suo miracolo non basta poiché, sulla respinta, Emiliano Rigoni deposita la palla in rete. I compagni, nel finale, non lo aiutano. Uomo Solo.

Ricardo Rodriguez: 7 Preciso, costante ed eroico.  Ottima gara per il terzino svizzero, propositivo in fase offensiva e sicuro in fase difensiva. Epico ma, purtroppo, inutile il suo salvataggio sulla linea di porta nel finale. Pendolino.

Alessio Romagnoli: 6+ Soffre nel finale, come tutta la squadra. Da un capitano ci si aspetta maggior leadership nei momenti di difficoltà.  Work in progress.

Mateo Musacchio: 6,5 Il migliore nel reparto difensivo. Nessuna sbavatura e crescita continua a livello di prestazioni per il centrale argentino. Colonna d’Ercole.

Davide Calabria: 5,5 Dopo un buon primo tempo, il giovane terzino rossonero si rende protagonista in negativo nella ripresa, depositando nella propria porta il momentaneo pareggio dei bergamaschi. Da quel momento, non si riprende più, e Gattuso lo sostituisce. Dottor Jekyll & Mister Hyde. (’66 Ignazio Abate: 6 Entra e fa il suo compitino. Fa quello che può per limitare Rigoni. Gregario.)

Lucas Biglia: 5,5 Un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Si limita al compitino ma, nelle corde, ha ben altre capacità. Diesel.

Franck Kessié: 6 Solita prestazione di spessore per il centrocampista ivoriano. Tuttavia, l’incredibile occasione mancata contro Pierluigi Gollini nel finale del primo tempo pesa come un macigno. Cucchiaione.

Giacomo Bonaventura: 7 Finalmente è tornato a sfornare una prestazione delle sue. Ottima gara, condita da una rete convalidata e da un’altra annullata – giustamente – dal VAR nella prima frazione. Il riposo settimanale gli ha fatto bene. “Ah, ma sono appena tornato…” (’75 Tiemoué Bakayoko: 5,5 Ci si aspetta sempre qualcosa di importante da un giocatore così pubblicizzato. Si limita al compitino. Fusto d’ebano)

Hakan Calhanoglu: 6 Lotta e corre per tutta la gara, non riuscendo tuttavia ad essere incisivo come suo solito. La difesa bergamasca lo chiude bene e lo mette in seria difficoltà e, con il passare dei minuti, perde pazienza e lucidità. Bagno turco. (’85 Samu Castillejo: sv)

Suso: 6,5 Prestazione in crescita con il passare dei minuti per l’esterno spagnolo, che sforna due assist per i compagni. Non è ancora il miglior Suso, ma i primi segnali ci sono. Intermittente.

Gonzalo Higuain: 7 E’ il vero punto di riferimento della squadra. Trascina i compagni non solo con i gol, ma anche con il carattere. E’ uno degli ultimi a mollare nel finale. Implacabile.

Gennaro Gattuso: 6 Legge bene la partita del primo tempo, mettendo in seria difficoltà la Dea. Nella ripresa, non riesce ad arginare il cambio di modulo dei bergamaschi.

×