Le pagelle di Inter-Milan 4-2 – Finché regge Ibra, regge il Milan

by Andrea Fabris | 9 Febbraio 2020

Ecco le pagelle di Inter-Milan:

Gianluigi Donnarumma: 6 Sui gol non ha colpa e non può nulla. Per il resto,effettua due ottimi interventi su Vecino e su Candreva. IMPOTENTE

Theo Hernandez: 6 Nel primo tempo è devastante, nel secondo cala. Dopo il pareggio, la squadra stacca la spina e lui va in difficoltà. ABBANDONATO

Alessio Romagnoli: 5 Stava giocando un ottima gara in cui stava contenendo alla grande Lukaku. In occasione del gol di De Vrij, tuttavia, è imperdonabile il suo errore in marcatura sul centrale olandese. VANIFICATORE

Simon Kjaer: 6 Fa la sua onesta gara e non ha colpe in occasione dei 4 gol. SALVATE IL SOLDATO SIMON

Andrea Conti: 4 E’ quello che nella ripresa va più in difficoltà di tutti. Inoltre, tiene in gioco Sanchez in occasione del 2-2. KO TECNICO

Ante Rebic: 6,5 Segna il gol che apre la gara e, nel primo tempo, mette a ferro e fuoco la fascia destra. Nella ripresa, cala come tutti, TAGLIAGOLE (’84 Giacomo Bonaventura: sv)

Ismael Bennacer: 5,5 Nel primo tempo è meni visibile del solito perché gioca a uomo sui centrali di centrocampo nerazzurri. Nella ripresa, lotta più di altri, ma perde diversi palloni. SACRIFICATO

Franck Kessié: 5,5 Nel primo tempo fa una gara di sostanza, arrivando anche due volte alla conclusione. Nella ripresa, è uno dei primi che crolla. FRAGILE

Samu Castillejo: 6 Samu è frizzante e crea scompiglio nel primo tempo. Nella ripresa è forse l’unico a non arrendersi mai fino a che sta in campo. GUERRIERO (’79 Rafael Leao: sv)

Zlatan Ibrahimovic: 7 Nel primo tempo è il protagonista indiscusso, con un gol e un assist. Nella ripresa, sfiora il 3-3, centrando il palo. Lui ha fatto quello che doveva fare, e anche di più. NON AVRAI ALTRO DIO ALL’INFUORI DI ZLATAN

Hakan Calhanoglu: 6  Gioca un gran primo tempo, colpendo anche un palo. Nella prima frazione è ovunque, letteralmente. Nella ripresa, crolla come tutti dopo il 2-2. UBIQUITA’

All. Stefano Pioli: 5,5 Prepara la gara benissimo, incartando l’Inter nei primi 45 minuti. Nella ripresa, la squadra cede psicologicamente dopo il 2-2 e lui non sa cosa fare, effettuando i 3 cambi solamente nel finale. BRAVO A META’

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

×