Juve-Milan 0-1, le dichiarazioni dei protagonisti. Pioli: “Meritavamo di più…”

by Andrea Fabris | 11 Novembre 2019

Al termine della gara contro la Juventus allo Stadium, il tecnico rossonero, Stefano Pioli, e il capitano Alessio Romagnoli, sono intervenuti ai microfoni di SKY Sport.

Stefano Pioli

Sulla prestazione: “E’ mancato il risultato perché la prestazione l’abbiamo fatta, almeno alla pari dei nostri avversari se non qualcosa in più. E’ chiaro che se non fai gol, una squadra come la Juve può trovare una giocata. E’ un peccato perché i ragazzi hanno messo in campo una prestazione importante. Dobbiamo lavorare e crescere perché la classifica non è da Milan. In tutte le partite cerchiamo di trovare le soluzioni, abbiamo scelto di stringerci di più per non farli giocare. Qualche volta nel primo tempo è mancata un po’ di ampiezza. Dopo l’ingresso di Bonaventura era per giocare un po’ di più su Pjanic e per coprire le fasce.”

Sulla squadra: “Credo che abbiamo fatto una partita con grande intensità e abbiamo giocato pallone su pallone contro un avversario molto forte. Manca ancora quel qualcosa in più in tante situazioni per permetterci di vincere le partite. Abbiamo avuto le occasioni, abbiamo calciato 15 volte in porta. Dobbiamo vivere per il gol perché dobbiamo vincere le partite. Sul gol subito non siamo stati così stretti per difendere meglio su grandi giocatori come i loro.”

Sulla classifica: “Da mercoledì ci sarà la classifica fuori a Milanello, dobbiamo migliorarla. Barcolliamo ma non dobbiamo mollare, dobbiamo lavorare tanto e crescere ancora. I miglioramenti li vedo tutti i giorni, abbiamo giocato contro due ottime squadre, non siamo stati assolutamente inferiori. Dobbiamo capire che nelle partite tutti i palloni possono essere decisivi. Dobbiamo cercare di limare qualche errore di troppo.”

Ancora sulla partita: “Non è così facile giocare contro la Juventus, l’abbiamo interpretata bene. Avevamo una grandissima opportunità, un pareggio non ci avrebbe cambiato la classifica ma avrebbe aiutato il morale di una squadra molto giovane. Saranno altre partite dove dovremo dimostrare questa personalità e maggior qualità per tornare a vincere.”

Sulla fase offensiva: “Le partite si decidono in area di rigore, l’importante però sia creare. Non siamo in un grande momento ma i ragazzi hanno dimostrato di crederci. E’ mancata la stoccata vincente. Non possiamo evitare di subire qualche tiro con la Juventus, nel gol eravamo numericamente presenti ma non ben piazzati. I punti che abbiamo fatto sono meno di quelli che ci aspettavamo e meno di quelli che meritavamo. Giochiamo alla pari con gli avversari.”

Alessio Romagnoli

Sulla partita: “Dispiace, abbiamo fatto una grande gara ma il risultato è quello che conta. Rimane l’amaro in bocca.”

Sulla differenza di atteggiamento contro avversari forti come la Juve: “Dobbiamo avere la forza di affrontare tutte le partite come se fossero delle finali. All’inizio questo ci è mancato, non abbiamo affrontato le cosiddette gare facili con la giusta testa. Dobbiamo cambiare assolutamente rotta.”

Sulla classifica: “E’ ancora presto per fare bilanci, dobbiamo rimboccarci le maniche per raccogliere i punti nelle prossime gare.”

Sul gol: “Quando si subisce gol c’è sempre un errore, sono arrivati troppo facilmente sulla linea dell’area di rigore, io ero troppo alto ed è stato bravo a saltarmi e chiuderla bene.”

Sulla Juventus: “La Juve è forte, ogni palla rischiano di far gol. Oggi siamo stati bravi a difenderci molto bene. E’ una delle squadre più forti del mondo, avere questi campioni aiuta.”

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×