Inter-Milan 4-2 – Ibra: “Manca esperienza.”; Pioli: “Due disattenzioni hanno compromesso tutto…”

by Andrea Fabris | 9 Febbraio 2020

Al termine della disastrosa rimonta subita nel derby perso 4-2 contro l’Inter, Zlatan Ibrahimovic e il tecnico del Milan, Stefano Pioli, hanno commentato la gara ai microfoni di SKY Sport.

Zlatan Ibrahimovic

Sulla sconfitta: “Difficile da spiegare: il primo tempo quasi perfetto, il secondo totalmente al contrario. Abbiamo detto che nei primi 15 minuti dovevamo stare attenti e invece abbiamo preso due gol.”

Sulla differenza tra il primo e il secondo tempo: “Nel primo abbiamo seguito tatticamente tutto quello che abbiamo fatto in settimana, poi nel secondo tempo abbiamo preso il primo gol e la squadra ha perso fiducia; abbiamo giocato senza fiducia e senza crederci.”

Sull’umore nello spogliatoio: “Quando perdi è difficile, soprattutto in un derby così. Giovedì c’è la prossima partita: recuperiamo bene e puntiamo a quella di giovedì.”

Sulla tattica: “Nel primo tempo abbiamo fatto un pressing alto, nel secondo tempo abbiamo preso il primo gol e abbiamo smesso di fare pressing e di far girare il pallone; dopo il secondo gol è caduto tutto.”

Sulla giovane età della squadra: “Secondo me conta anche l’esperienza in queste partite: se vinci 2-0 devi saper gestire, soprattutto contro una squadra come l’Inter. Nel primo tempo l’Inter non l’ho vista da secondo posto, mentre nella ripresa lo hanno dimostrato.”

Stefano Pioli

Sulla sconfitta: “Il primo tempo è nato dalla strategia studiata in settimana, nel secondo tempo ci sono stati due episodi dove dovevamo fare molto meglio. Eravamo forti nella partita, i due gol hanno cambiato la gara. Poi abbiamo avuto la possibilità di pareggiarla, ma in quei due primi gol le nostre disattenzioni hanno pesato. Abbiamo penalizzato una prestazione importante.”

Sull’andamento della gara: “Le partite cambiano e noi dovevamo stare molto più attenti, l’Inter è molto più esperta di noi ed abituata a giocare certe partite. Loro hanno avuto anche un pizzico di fortuna, abbiamo colpito due pali. Non è che ci hanno preso a pallonate… Sono arrabbiato con i giocatori perché avevamo compiti difensivi, li abbiamo mollati e abbiamo preso gol. E’ stata la miglior prestazione, abbiamo messo sotto un avversario forte che aveva 19 punti in più, non si sono visti. Con più attenzione ora saremmo qui a parlare di un’altra gara.”

Sulla prestazione: “Abbiamo fatto una grandissima partita, è assolutamente il miglior primo tempo della stagione. Abbiamo perso male nel secondo tempo ma dobbiamo ripartire dal primo tempo. La prestazione va analizzata bene, sono assolutamente convinto della qualità della mia squadra, ma dobbiamo insistere sulle disattenzioni. Non possiamo lasciare Brozovic da solo a tirare, non leggere il taglio di Sanchez… E’ stato un peccato poi non riuscire a pareggiare con l’occasione di Ibra.”

Sul pressing: “E’ evidente che tu non puoi riuscire sempre aggressivo nella metà campo avversaria. Era impensabile far giocare l’Inter tutta la partita nella sua metà campo, la squadra sapeva che la partita non era finita dopo il primo tempo. Due disattenzioni hanno complicato tutto il resto della gara.”

Sull’amarezza: “Devo essere amareggiato, devo far capire a questi giocatori che se vogliamo stare ad un certo livello l’attenzione e la lucidità sono troppo importanti. Abbiamo messo sotto una squadra che era partita per vincere il campionato, abbiamo lavorato bene, da qui bisogna ripartire, togliendo quelle disattenzioni che hanno pregiudicato una grande prestazione.”

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×