Ibra non basta: l’Inter ribalta tutto nella ripresa e vince 4-2 il derby

by Andrea Fabris | 9 Febbraio 2020

A San Siro non basta Zlatan Ibrahimovic che, nel primo tempo, segna e regala un assist a Rebic. Infatti, nella ripresa, il l’Inter ribalta il risultato e batte 4-2 il Milan. Ancora una volta, viene a mancare la vittoria nel Derby della Madonnina.

La gara

Conte decide di mandare in panchina Christian Eriksen e preferisce inserire Alexis Sanchez dal primo minuto. Per i Nerazzurri, a cui manca anche lo squalificato Lautaro Martinez, out anche Handanovic, sostituito da Padelli. Pioli, invece, punta sulla coppia Ibrahimovic-Rebic.

L’Inter non parte forte, rischiando di subire gol in diverse occasioni. Tuttavia, la prima vera occasione dei nostri capita sui piedi di Calhanoglu, che calcia dalla distanza centrando il palo con un Padelli ormai battuto. Dall’altra parte, Vecino serve Lukaku, che arriva a rimorchio e calcia addosso a Donnarumma. Decisamente meglio il Milan, che prova a gestire il possesso e innescare Ibra, mentre l’Inter fatica a crearsi opportunità. Kessié e Bennacer chiudono ogni possibilità a Brozovic, che non riesce a servire i compagni, mentre Ibra, ogni volta che tocca palla, apre spazi per gli inserimenti di Rebic, Calhanoglu e Castillejo. Nel finale del primo tempo, il Milan trova un 1-2 letale: al ’40, Ibra anticipa Godin riuscendo a servire Ante Rebic che, approfittando degli interventi a vuoto di Skriniar e Padelli, insacca a porta vuota. Poco dopo, invece, è proprio Zlatan Ibrahimovic a trovare il raddoppio, con Skriniar che si dimentica assolutamente di marcarlo, facilitandogli il 2-0.

Un gran bel primo tempo del Milan che, purtroppo, sciupa tutto nei primi minuti della ripresa: prima, Marcelo Brozovic riapre i giochi con un gran tiro al volo che va ad infilarsi nell’angolino; poi, meno di due minuti dopo, Godin riesce a Sanchez che, spalle alla porta, trova Matias Vecino – dimenticato da tutta la difesa rossonera – che batte agevolmente Donnarumma. I Rossoneri staccano definitivamente la spina, rischiando più volte l’imbarcata. Così, al ’70, su corner di Candreva, Stefan De Vrij anticipa tutti in torsione mandando il pallone appena sotto l’incrocio dei pali. L’unico squillo della ripresa arriva nel finale, con Ibrahimovic che, di testa, colpisce un palo al novantesimo. Infine, in pieno recupero, Romelu Lukaku chiude i giochi, approfittando di una blanda marcatura si Kjaer.

Tabellino

INTER (3-5-2): Padelli; Godin, De Vrij, Skrinia; Candreva (’82 Moses), Barella, Brozovic, Vecino, Young (’90 Biraghi); Lukaku, Sanchez (’72 Eriksen). All. Antonio Conte

MILAN (4-4-2): G. Donnarumma; T. Hernandez, Romagnoli, Kjaer, Conti; Rebic (’84 Bonaventura), Bennacer, Kessié (’82 Paquetà), Castillejo (’80 Leao); Ibrahimovic, Calhanoglu. All. Stefano Pioli

Arbitro: Fabio Maresca (Napoli)

Marcatori: ’40 Rebic (M), ’45+1 Ibrahimovic (M), ’50 Brozovic (I), ’53 Vecino (I), ’70 De Vrij (I), ’90+3 Lukaku (I)

Note: ammoniti Vecino, Skriniar, Barella, Lukaku (I), Kessié e Conti (M)

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×