Genoa-Milan, la decide André Silva a tempo scaduto!

by Daniele Esposito | 17 Gennaio 2019

Il livello di frustrazione è molto alto. Non per gli episodi, non per l’arbitraggio, non per la sconfitta: ma per come è arrivata questa sconfitta. Sono anni, ormai, che il Milan non affronta “alla pari” la Juventus, storica rivale che spesso e volentieri siamo riusciti a battere, anche in match di una certa importanza. In questi anni invece, si parte sempre nettamente sfavoriti e con la speranza che solo un miracolo possa farci raggiungere una vittoria contro i bianconeri. Sinceramente, è questa la cosa che ci rende particolarmente frustrati. A questo aggiungiamo gli episodi arbitrali, gli sfottò, le voci di mercato… va beh. Concentriamo sul presente e soprattutto sul futuro. Lunedì si gioca Genoa-Milan e l’imperativo è assolutamente quello di vincere. Senza se e senza ma. Se no, continueremo ad essere mediocri a lungo.

André Silva tiene vivi i sogni europei di Mister Gattuso

Giocare a Marassi è storicamente difficile per chiunque, specialmente per noi che siamo incappati sovente in qualche scivolone. Ma il Genoa-Milan che vi stiamo raccontando ha un lieto fine. Siamo a marzo dell’anno scorso, è la prima giornata di serie A che si gioca senza Davide Astori, e il Milan di Rino Gattuso procede in campionato con un’ottima media punti a caccia dell’Europa, nonostante alcuni problemi: primo tra tutti, quello della prima punta: Cutrone fa tanti goal ma non è il massimo dell’affidabilità, Kalinic sembra la brutta copia di quello della Fiorentina e infine André Silva, che sembra, a marzo, ancora un oggetto misterioso che in campionato non è ancora riuscito a sbloccarsi. Il match parte subito tosto, con occasione da una parte e dall’altra. Il Genoa ci prova, come è giusto che sia, e il Milan tiene botta. Siamo nella ripresa quando, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Rigoni stacca di testa e segna. Vantaggio però annullato dal VAR, che tiene in vita i sogni dei rossoneri. Poco dopo, Zukanovic ha il pallone del vantaggio sulla testa, ma da zero metri spara a lato salvando i ragazzi di Gattuso. Nei minuti finali, il mister decide di buttare André Silva nella mischia: siamo al 49esimo del secondo tempo, dopo un’azione insistita da parte del Milan la palla arriva a Suso ondeggia sull’out di sinistra, per poi scodellare una palla delle sue in mezzo all’area: stacco imperioso di André Silva che con una splendida torsione impatta perfettamente il pallone buttandolo alle spalle di Perin. Vantaggio Milan a tempo ormai scaduto, impazziscono tutti, si crea un’ammucchiata di giocatori del Milan che festeggiano finalmente il primo goal dell’attaccante portoghese. E i sogni europei sono ancora vivi!

Rabbia e senso di appartenenza: non molliamo proprio ora!

Amici e fratelli rossoneri. Eliminiamo dai nostri pensieri la brutta serata di ieri, e concentriamo sul futuro. Che deve essere roseo, pieno di vittorie, e con giocatori che hanno voglia di indossare la nostra maglia e che abbiano senso di appartenenza per questi colori. Non chiediamo tanto. Uniti per un unico obiettivo. Forza Ragazzi!

×