Gattuso prima di Atalanta-Milan: “Cosa temo dell’Atalanta? Tutto…”

by Lorenzo Lazzari | 15 Febbraio 2019

Il tecnico rossonero Gennaro Gattuso ha presentato a Milanello i temi principali della partita di sabato sera a Bergamo disponibile su DAZN. Ecco un riassunto delle sue principali dichiarazioni.

Sulla settimana

“Gli ex campioni che son venuti è una cosa positiva, i miei ragazzi li hanno accolti bene, mi piace lo spirito e il sorriso ma quando si lavora bisogna metterlo via”

Sulla partita

“Giochiamo con una squadra incredibile che ha grande qualità, è una realtà del calcio italiano e dobbiamo fare una grande partita. Stanno raggiungendo grandi risultati e dobbiamo tenere botta, ti trovi sempre 4-5 giocatori dentro l’area. Queste partite ti fanno raggiungere esperienza, l’atalanta gioca un calcio difficile ma dobbiamo passare da queste partite”

Sulla squadra

“Siamo una squadra che gioca bene tecnicamente, ci stiamo sacrificando, è una partita importante, ma il cammino è ancora lungo, dobbiamo capire come mettere in difficoltà l’atalanta. Le partite bisogna giocarle per vincerle, domani andiamo contro una squadra forte, non è la partita della vita ma dobbiamo rispettare gli avversari e metterci tutto.  Stiamo provando a fare sempre qualcosa di nuovo, dovremo spendere tantissime energie.  Ci arriviamo in momenti positivi, stiamo bene, tranne Abate gli altri stanno bene”

Su Gasperini

“Mi piace come allena, imitarlo è difficile, poche squadre al mondo giocano così, ha iniziato al Genoa a giocare così  grazie alle sue conoscenze”

Su Piatek e Zapata

“Mi aspettavo un giocatore così, non ama parlare e vuole fare gol, sembra che non voglia far riscaldamento e voglia solo giocare, Zapata e Piatek si assomigliano , sappiamo che Zapata è in un grande momento e bisogna fare attenzione”

Su Romagnoli

“E’ un capitano giovane, sta crescendo molto nell’essere capitano e si fa rispettare, deve continuare così anche nelle prestazioni “

Su Caldara e Rodriguez

“Hanno voglia di lavorare e loro han voglia di migliorarsi, è il campo che parla, voglio però che tutti stiano sul pezzo e bisogna sempre farsi trovare pronti”

Su Suso e Il suo contratto

“Io faccio l’allenatore non mi riguarda il contratto, il giocatore mi ha dato tanto e secondo me merita il rinnovo ma se ne occupa il club, è stato 25-30 giorni fermo ed ha sempre lavorato, ma è tornato ad avere una gamba importante”

Sul Milan Femminile

“Forza ragazze, partita difficile, le vedo spesso, vengono a vedere gli allenamenti e lavorano molto bene è un bel gruppo e fanno un buon calcio ed è merito di Carolina”

×