Fantacalcio: i consigli dell’Oracolo (giornata 16)

by Raffaele Ferrara | 14 Dicembre 2018

Benvenuti cari lettori dell’Oracolo a questo appuntamento dedicato ai consigli di formazione della 16esima giornata. Questo turno sarà certamente caratterizzato dal derby della Mole, un Torino-Juventus che, come tutti i derby, si preannuncia molto incandescente. L’Inter andrà in scena a San Siro contro l’Udinese e dovrà smaltire al più presto l’eliminazione dalla Champions e stessa cosa vale per i nostri ragazzi, usciti malissimo dall’Europa League e pronti a rigettarsi in campionato con un 4 posto da conquistare. Ma passiamo ora ai consigli di giornata.

Inter – Udinese

La squadra di Spalletti, lasciata alle spalle l’eliminazione dalla Champions, ha come obiettivo quello di conquistare i 3 punti contro l’Udinese. In attacco Icardi è una certezza, sì anche a Politano, in grande forma nell’ultimo periodo. Da evitare il troppo discontinuo Perisic anche se non escludiamo un suo exploit in questa giornata. Per quanto riguarda i friulani, sì a De Paul (destinato a finire in una big) e a Lasagna, tornato al gol la scorsa giornata. Da evitare Musso, in odore di malus.

Torino – Juventus

Il match clou della 16esima giornata si giocherà, inevitabilmente, all’Olimpico di Torino. Nel derby, che è una partita a sé in cui la classifica e le forze in campo si annullano completamente, la squadra di Mazzarri si affida al solito bomber Belotti che, da capitano, deve caricare al massimo i suoi compagni. Un altro su cui si può puntare è Meite, rivelazione di questo girone d’andata mentre da evitare Ansaldi. Capitolo bianconeri: lasciata alle spalle l’ininfluente sconfitta di Berna, Cristiano Ronaldo vuole trovare la sua prima marcatura nel derby torinese. Chiellini è l’uomo imprescendibile per questa squadra e tenerlo fuori sarebbe da pazzi. Andate cauti con Alex Sandro.

Spal – Chievo

Sfida delicatissima quella di Ferrara tra due squadre che ambiscono allo stesso obiettivo: la permanenza nella massima serie. Petagna è super in forma quindi schieratelo, Lazzari è uomo assist mentre in difesa da evitare Cionek. Nel Chievo, Pellissier potrebbe essere una scommessa, così come Stepinski (comunque uno dei due). Da evitare Bani.

Sampdoria – Parma

Sfida dal sapore europeo quello di Marassi tra due squadre che stanno sorprendendo tutti (Parma in particolare). Per quanto riguarda i blucerchiati, ovviamente Quagliarella è da schierare così come Praet. Uno dei punti deboli della Samp di quest’anno è indubbiamente la difesa quindi meglio evitare la retroguardia, tranne Murru che qualche assist potrebbe regalarlo. Per gli emiliani sì ad Inglese e Di Gaudio, no invece a Sepe.

Frosinone – Sassuolo

Longo è stato chiaro: “Dobbiamo fare punti pesanti contro le dirette concorrenti”. A Frosinone arriva il Sassuolo, in piena zona europea e i ciociari si affideranno a capitan Ciofani per arginare la difesa neroverde. Si può fare più che un pensierino anche su Ciano mentre da evitare l’intera retroguardia. Nel Sassuolo, sì a Sensi e Babacar. Duncan è i classico giocatore da 6.5 a partita quindi andate sul sicuro con lui mentre da evitare Di Francesco, troppo discontinuo nonostante l’enorme potenziale che possiede il ragazzo.

Fiorentina – Empoli

Simeone finalmente si è sbloccato, tornerà titolare e si può schierare. Insistete ancora su Chiesa, è recuperato e stavolta non vi deluderà. Discorso inverso invece per Pjaca, che si può escludere senza troppe remore. Pezzella è sempre una certezza, non dà troppe garanzie l’ex Laurini. Nelle file dell’Empoli, invece, Caputo si può mettere ancora, anche se con Pezzella non avrà vita facile. Stuzzica anche La Gumina. mentre tra difesa e centrocampo non ci sono nomi troppo invitanti: Veseli e Maietta sono a rischio cartellino, Di Lorenzo e Antonelli potrebbero spingere poco rispetto al solito.

Cagliari – Napoli

I sardi saranno in totale emergenza e il rischio insufficienza pesante è dietro l’angolo per tutti. Le uniche due eccezioni sono rappresentate da Joao Pedro e Barella .  Pavoletti è in forte dubbio, schieratelo solo se avete una riserva con cui coprirvi. Dopo la sconfitta con il Liverpool in Champions League, il Napoli è pronto a rifarsi in campionato. Partita da bonus per Insigne, ma anche Milik non si può lasciar fuori dopo la doppietta al Frosinone. Chi ha preso Ghoulam ha fatto un affare: è tornato subito in gran forma e va messo. Meno certezze su Callejon, è l’unico del Napoli che vi consigliamo di escludere se avete di meglio.

Roma – Genoa

I giallorossi sono davvero un’incognita in questo momento ed è difficile fidarsi al 100% di qualcuno. Olsen è sempre a rischio malus, anche in casa. Schick e Kluivert continuano a non convincere, meglio Under. Sì ai veterani Florenzi e Kolarov, mentre la sorpresa in zona bonus può essere Zaniolo. Nel Genoa, non solo Piatek, contro questa Roma si può schierare anche Kouamé. Tra i centrocampisti può far bene Lazovic, mentre è meglio evitare l’ex Zukanovic e Sandro.

Atalanta – Lazio

La Dea sta vivendo un ottimo momento. Fiducia al rientrante Ilicic e al Papu Gomez che può tornare a portare bonus. Anche Zapata sta vivendo un magic Moment in zona goal, confermatelo. Occhio anche agli inserimenti di Freuler e Hateboer. Per quanto riguarda la Lazio: rischio malus per Strakosha, evitabile la presenza di Radu. Schierabile, invece, Luis Alberto che pian piano sta ritrovando la condizione. Ancora fiducia a Milinkovic-Savic, Immobile schieratelo ad occhi chiusi.

Bologna – Milan

Momento di crisi per i rossoblù, con Inzaghi sulla graticola: meglio non puntare sui vari Danilo, Helander e Dijks. Se vi piace l’azzardo si può mettere Santander, che qualche buona occasione la potrebbe avere. Capitolo Milan: dopo la clamorosa sconfitta contro l’Olympiacos che è valsa l’uscita di scena dall’Europa League, gli uomini di Gattuso vorranno a tutti costi scusarsi con i tifosi e portare a casa i tre punti. Donnarumma è stato straordinario contro il Torino e può tenere ancora la porta inviolata. Può essere la partita di Suso, con le sue accelerazioni, mentre Higuain e Cutrone vanno chiaramente messi. Più Kessié di Calhanoglu, può sempre scapparci il rigore.

×