Dopo 30 anni la Lazio torna a vincere a San Siro: Immobile e Corre affondano il Milan

by Andrea Fabris | 3 Novembre 2019

A San Siro, nonostante una buona prestazione, il Milan di Stefano Pioli cade contro una Lazio che, alla lunga, si è dimostrata superiore. Ottima prestazione di Krunic e Bennacer, ma Immobile e Correa affondando i Rossoneri, che avevano trovato il pareggio grazie ad un autogol di Bastos. I Biancocelesti tornano a vincere a San Siro, in campionato, contro il Milan, dopo 30 anni.

La Gara

Stefano Pioli lascia a riposo Kessié e Biglia, oltre all’infortunato Suso, ed inserisce Bennacer e Krunic dal primo minuto. Rossoneri che partono subito in maniera aggressiva, cercando di sfondare nella metacampo ospite.

Al ‘5, però, Paquetà perde un pallone sanguinante lanciando Correa in contropiede. L’argentino serve Immobile che, da pochi passi, si fa ipnotizzare da Donnarumma. Il Milan reagisce proprio con Paquetà che, a tu per tu con Strakosha, però, calcia debolmente. Poco dopo, ci prova anche Castillejo, che calcia a lato. Al ’25, però, è la Lazio a passare: Ciro Immobile raccoglie un cross dalla destra e, con una bellissima torsione aerea, batte Donnarumma. Lo svantaggio però, dura solo 3 minuti: infatti, al ’28, si cross di Theo Hernandez, Krzysztof Piatek anticipa Bastos. La palla sbatte sul petto del calciatore angolano, prima di finire alle spalle di Strakosha. Al ’34, poi, Castillejo abbandona il campo a causa di un problema muscolare: al suo posto, il croato Rebic. Nel finale della prima frazione, ancora molte occasione: Rebic sfiora il palo con un colpo di testa, mentre Çalhanoğlu sfiora un gol pazzesco direttamente da corner; dall’altra parte, è Correa a calciare su Donnarumma da pochi passi.

Nella ripresa, la Lazio cerca di tenere bassi i ritmi, mentre i Rossoneri piano piano si allungano sempre di più. Pioli inserisce Leão per Paquetà, passando a due punte e provando a vincere la gara. Purtroppo, però, il Milan crea poco e, alla prima mancanza, la Lazio punisce: brutta ribattuta di Duarte, che serve Luis Alberto. Con un no look, il calciatore della Lazio serve Joaquin Correa che, in velocità, fulmina la difesa e batte Donnarumma all’82.

Tabellino

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma, Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Krunic (’86 Bonaventura), Bennacer, Paquetà (’53  Leão); Castillejo (’35 Rebic), Piatek, Çalhanoğlu. All. Stefano Pioli.

LAZIO (3-5-2): Strakosha, Radu, Acerbi, Bastos; Lulic, L. Alberto, L. Leiva, Milinkovic-Savic (’60 Parolo), Lazzari; Correa, Immobile (’60 Caicedo) (’82 Cataldi). All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (Teramo).

Marcatori: ’24 Immobile (L), ’28 Piatek (M), ’84 Correa (L)

Note: ammoniti Milinkovic-Savic, Parolo, Radu, L. Leiva, Cataldi (L), Duarte, Krunic, Bennacer (M).

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×