Brescia-Milan 0-1: Rebic la risolve, Gigio è mostruoso; Romagnoli-Kajer, che coppia

by Andrea Fabris | 24 Gennaio 2020

Ecco le nostre pagelle di Brescia-Milan:

Gianluigi Donnarumma: 7 Ancora una volta, è decisivo per i risultato finale. Le sue parate sono fondamentali per la squadra: bravissimo sul colpo di testa di Ayé; ancora meglio nel duello a distanza con Torregrossa (da incorniciare la sua parata sul tiro da fuori del capitano del Brescia). E non dimentichiamoci che è “solo” un ’99. BALUARDO

Andrea Conti: 6+ E’ una gara complicata quella di stasera per lui. Tuttavia, con grande spirito di sacrificio, riesce a gestire la fase difensiva senza soffrire. Si prende un cartellino giallo per una disattenzione di Bennacer. CADETTO

Simon Kjaer: 6,5 E’ costretto a sprecare il suo cartellino giallo dopo pochi secondi. Giocare tutta la gara in quelle condizioni, con un avversario come Torregrossa che è in serata di grazia non è affatto facile. Lui tiene botta e cresce con il passare dei minuti. Per questo motivo, abbiamo deciso di premiare la sua prestazione. Ad oggi, sta zittendo tutti coloro che avevano dubbi sul suo acquisto. GUERRIERO

Alessio Romagnoli: 7 Soffre Torregrossa, ma stasera è impossibile stargli dietro. Fenomenale nel togliere il pallone dalla testa di Ayé sul cross di Sabelli. Quand la squadra va in difficoltà, è il primo che prova e riesce a reagire, raddrizzando le cose. Una partita da capitano, come non ne faceva da un po’. Anche nel suo caso, abbiamo deciso di premiarlo. CAPITANO

Theo Hernandez: 5,5 Dopo tante ottime prestazioni, ci può stare una battuta d’arresto. Perde troppi palloni che possono diventare pericolosi. Solo due spunti decisivi: il cross per Ibra a fine primo tempo e il coast-to-coast con tanto di palla sulla traversa nel finale. PIT STOP

Samu Castillejo: 6,5 Meno brillante delle ultime uscite, ma non molla mai, nonostante il fisico gracile. Nel finale trova il 2-0 ma, a causa del fuorigioco di Ibra, tutto è vanificato. GALLO CEDRONE

Ismael Bennacer: 6 Le sue partite sarebbero sempre da 7, perché ogni volta prende pieno possesso del centrocampo e lo domina incontrastato per almeno 70-75 minuti. L’unica pecca, sono cartellini gialli, troppi (10 ad oggi), che non possono passare inosservati. Salterà la gara contro l’Hellas. CALMA

Franck Kessié: 5,5 Dopo pochi secondi fallisce una buona occasione da gol. Con il passare dei minuti, cala inesorabilmente. Nel finale, recupera diversi palloni, ma non basta a fargli guadagnare la sufficienza. FUORI FASE

Hakan Calhanoglu: 6 L’azione del gol parte dal suo piede. Poco prima, sfiora il palo alla sinistra di Joronen. Soffre un po’ troppo Sabelli. POCO MA BUONO (’77 Rade Krunic: 6 Entra e combatte come sa fare. FALEGNAME)

Calhanoglu 5,5: preme il tasto start sull’azione dello 0-1 e, poco prima, aveva liftato troppo il collo esterno destro che per poco esce alla sinistra di Joronen. Ma Pioli non può essere soddisfatto della sua prova, dove è stato spesso messo in difficoltà sul passo da Sabelli. (dal 77’ Krunic 6: fa legna per difendere il vantaggio).

Rafael Leao: 5  Nel primo tempo regala un cross per Ibrahimovic, poi sparisce. Nella ripresa, si eclissa fino alla sostituzione. FANTASMA (’58 Ante Rebic: 6,5 Entra e risolve la gara con un gol. Poi, fa poco altro, ma è in fiducia e condizione. TAGLIAGOLE)

Zlatan Ibrahimovic: 6 Fino all’azione del gol fa poco anche lui e l’errore su cross di Theo pesa tantissimo. Ottimo il suo colpo di testa che costringe Joronen al miracolo. Nella ripresa, cresce e sforna l’assist per Rebic. VICHINGO

All. Stefano Pioli 6: Non è stata una bella prestazione. Ai punti, forse, avrebbe meritato il Brescia. Tuttavia, azzecca i cambi e porta a casa i tre punti. CHAPEAU

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×