Bologna-Milan… fatemi urlare goal di Donnarumma!

by Daniele Esposito | 13 Dicembre 2018

Dopo domenica c’è chi parla di occasione persa per il consolidamento del quarto posto: vero, ma non ci dimentichiamo in quale situazione versa la nostra rosa e soprattutto alzi la mano chi avrebbe firmato per trovarci in questa posizione in questo momento. Io la alzo. Martedì andremo a giocare in un campo difficile, perché in serie a non esistono trasferte facili e perché il Bologna (e il suo allenatore Pippo Inzaghi) si gioca pressoché tutto. E allora ripensiamo ad un Bologna-Milan che è una delle vittorie più belle, difficili ed isperate della nostra storia recente.

Sul tabellino scriviamo Pasalic, ma Donnarumma…

Siamo a febbraio 2017, il Milan di Montella ha da poco vinto la supercoppa a Doha ed è in piena corsa per un posto in Europa League. Il match inizia ad alti ritmi con il Milan che spreca una buona occasione con Pasalic; al 30esimo Paletta, già ammonito, stende al limite Dzemaili: secondo giallo e rosso per il difensore italoargentino che lascia i suoi in 10 per il resto della partita. Ad inizio secondo tempo Kucka si fa ammonire due volte nel giro di pochi minuti e lascia il Milan addirittura in 9 per 40 minuti. Nonostante questo, la partita non si sblocca, con il Bologna che attacca e il Milan che prova a ripartire. In particolare il Bologna ha un’occasione clamorosa con Krejci che spara a botta sicuro da 0 metri, ma trova sulla strada un sontuoso Donnarumma che con un miracolo tiene i suoi a galla: mi viene in mente un Chievo-Milan di una decina di anni fa, con Dida che fa una parata simile grazie alla quale il Milan riuscì a portare a casa i 3 punti. Ma torniamo a noi: miracolo assoluto di Donnarumma e partita che non vuole sbloccarsi. In una ripartenza Deulofeu serve una grande palla a Pasalic che controlla male e tira addosso al portiere: ancora nulla di fatto. Ma all’88esimo accade il miracolo: sempre Deulofeu, sta volta dalla destra, si porta a spasso tutta la difesa bolognese per servire un pallone in mezzo al centrocampista croato che questa volta non può proprio sbagliare. Clamoroso vantaggio Milan in 9 uomini. C’è ancora tutto il recupero da giocare, ma il Milan con le unghie e con i denti riesce a portarsi a casa i tre punti sacrosanti.

Continuiamo così: con le unghie e con i denti

Con le unghie e con i denti, è cosi che vogliamo vedere giocare anche il Milan di Rino Gattuso, perché le cose stanno andando bene, vero, potrebbero andare meglio, vero, ma potrebbero anche andare peggio: verissimo. Sempre tutti uniti verso un unico obiettivo: la vittoria. Forza Milan!

PS: approfitto dello spazio, per fare gli auguri alla Curva Sud Milano che domenica festeggerà i 50 anni di vita. Perché sono i tifosi che spendono il loro denaro, il loro tempo e le loro energie per seguire la propria squadra del cuore; perché sono i tifosi l’essenza del calcio. Senza di loro, nessuna partita avrebbe senso di essere giocata.

×