Atalanta-Milan: sabato, come l’anno scorso, ci giochiamo l’Europa!

by Daniele Esposito | 14 Febbraio 2019

Tre colpi! Il primo un autogol. Il secondo è una perla che regala la mia gioia rossonera a Lucas Paquetà. Il terzo, neanche a dirlo, è la quarta rete nelle prime quattro partite del Pistolero Piatek. Risultato? Quarto posto riconquistato, dopo che giovedì era quarta la Lazio, venerdì la Roma e sabato lo erano un po’ tutte. Il Milan, con fare arrogante, ha deciso di riprendersi il quarto posto. E speriamo di non lasciarlo più.  E abbiamo, proprio questo week end, la possibilità di dimostrare che questo quarto posto ce lo meritiamo, facendoci ospitare in casa dell’Atalanta. Quella che ci aspetta sarà una vera e propria battaglia. Bergamo è un campo da sempre ostico, figuriamoci in questi anni in cui l’Atalanta sta facendo particolarmente bene, e addirittura figuriamoci in questo momento della stagione in cui i neroazzuri stanno facendo vedere di essere la squadra più in forma del campionato.

Una vera battaglia sotto una grande pioggia. L’1-1 finale è giusto

Ricordiamoci allora di un’altra battaglia, quella dell’anno scorso, in cui le due squadre si giocavano comunque l’accesso all’Europa League (obiettivo centrato da entrambe a fine stagione).  Siamo a maggio, il campionato sta per finire e a Bergamo piove fitto. L’Atalanta è in gran forma e fa lei la partita; ha subito una serie di occasioni sui piedi di Cristante, ma non fortuna e bravura il Milan la scampa. Il Milan ci prova con qualche attacco sporadico e poco concreto. Siamo già nel secondo tempo quando una buona combinazione tra Kessie e Montolivo scaturisce un rimpallo sul quale si getta il centrocampista ivoriano che scarica una sassata che si infila nell’angolino. Vantaggio Milan, che adesso deve tenere. La posta in palio è tanta e i bergamaschi lo sanno, e non mollano con i loro attacchi. La partita si fa anche nervosa, e vengono espulsi Toloi prima e Montolivo dopo. Il Milan, con la solita bravura e un po’ di fortuna sembra tenere botta fino alla fine. Ma al 92esimo accade il patatrack (così come la partita di quest’anno): Ilicic mette in mezzo un buon pallone, stacca Masiello e dopo una mezza papera di Donnarumma la palla finisce in rete: incredibilmente, bravura e fortuna sembrano averci abbandonati! La partita finisce quindi 1-1 (meritatamente) e, come già anticipato, entrambe le squadre riusciranno ad andare in Europa League.

Convinzione e cattiveria: portiamo a casa i tre punti!

Sabato sera ci aspetterà una partita altrettanto tosta, una vera e propria guerra, come la definirebbe Gattuso. In palio c’è davvero tanto. E poi, una sonora batosta all’Atalanta…ci farebbe stare proprio bene. Andiamo a Bergamo con convinzione e cattiveria e torniamo a Milano con i tre punti. Avanti diavolo!

 

 

×