Atalanta-Milan 5-0: un’umiliazione difficile da raccontare

by Andrea Fabris | 22 Dicembre 2019

Il Milan di Stefano Pioli chiude l’annata nel peggiore dei modi, raccogliendo la sconfitta più umiliante degli ultimi 20 anni, venendo schiacciato dall’Atalanta con un secco 5-0.

La Gara

Gasperini si affida al rientrante Ilicic come falso nueve, affiancato da Malinovskyi e Papu Gomez. Dall’altra parte, Pioli preferisce Leao a Piatek, con Rodriguez a sostituire l’indispensabile e squalificato Hernandez.

I Rossoneri non sembrano nemmeno scendere in campo e gli orobici hanno vita facile dal primo al novantesimo. Ilicic si fa sentire subito dalle parti di Donnarumma e, al ’10, Papu Gomez si inventa una magia approfittando anche di una clamorosa dormita di Conti, e trafigge il portiere rossonero con un bellissimo diagonale che si insacca sotto la traversa. Nessuna reazione. Poco dopo, Pasalic sfiora il raddoppio. Con il passare dei minuti, l’Atalanta comincia a diminuire la pressione e a gestire il possesso, con il Milan che prova a venire fuori con Ricardo Rodriguez, che ci prova dalla distanza.

Nella ripresa il copione non cambia, anzi. Fin da subito, Castagne e Malinovskyi sfiorano il raddoppio, poi, al ’61, Gomez trova Gosens che, dalla sinistra, calcia in porta, trovando il tocco di Mario Pasalic, tenuto in gioco da Calabria e Bennacer: 2-0. Neanche il tempo di realizzare il tutto, che Malinovskyi innesca il contropiede che manda Josip Ilicic a firmare il 3-0.  Poco dopo, lo sloveno trova anche la quarta rete, saltando un impalpabile Suso e trovando il tiro a giro che non lascia scampo a Donnarumma. Il portiere rossonero, nel finale, effettua un salvataggio miracoloso su Castagne, prima di effettuare una folle uscita che permette a Luis Muriel di involarsi verso la porta in difesa e siglare il 5-0 finale.

Tabellino

ATALANTA (4-3-3): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne, De Roon, Pasalic, Gosens (’88 Hateboer); Ilicic (’80 Muriel), Malinovskyi, Gomez (’88 Freuler). All. Gian Piero Gasperini

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodríguez (’46 Calabria); Kessié, Bennacer, Bonaventura (’64 Piatek); Suso (’84 Castillejo), Leao, Çalhanoglu. All. Stefano Pioli

Arbitro: Federico La Penna (Roma)

Marcatori: ’10 Gomez (A), ’61 Pasalic (A), ’63, ’72 Ilicic (A), ’85 Muriel (A)

Ammoniti: Musacchio (M), Suso (M), Castagne (A), de Roon (A), Romagnoli (A), Kessie (M)

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

×