L’angolo del tifoso [Puntata 1]

by Valerio Pennati | 17 novembre 2018

Parte oggi la nostra nuova rubrica, in cui vogliamo dare spazio e voce direttamente a voi tifosi. Non sei soddisfatto del gioco della squadra, delle scelte di Gattuso o della società? Vuoi elogiare una partita dei rossoneri o semplice dire la tua sul nostro Milan? Questa è l’occasione che fa per te: mandaci il tuo commento alla mail oracolorn@gmail.com o manda un messaggio privato alla nostra pagina Facebook @oracolorossonero o Instagram @oracolorn. I migliori commenti saranno scelti per essere pubblicati direttamente sul nostro sito all’interno della nuova rubrica “L’angolo del tifoso”.

Partiamo oggi con la prima puntata, in cui il protagonista è il nostro amico e grande tifoso rossonero Vincenzo Sorace. Ci presenta un’interessante commento sul momento del Milan e sulle scelte di mister Gattuso, proponendo alcuni suggerimenti… Buon lettura.

“Scelte Opinabili” di Vincenzo Sorace

Con questo articolo non voglio mettere in discussione mister Gattuso poiché è l’unico, insieme a Conte, in grado di farci tornare al vertice, ma voglio solo riassumere gli sbagli che credo siano stati commessi.

Per caratteristiche dovrebbe giocare Laxalt e non Rodriguez: l’ex Genoa è un terzino di spinta e ritmo che arriva sul fondo con facilità che gli permette di prender sul tempo le difese, consentendo alla punta di chiudere sul primo palo e di spezzare i raddoppi ormai di uso comune che ricevono puntualmente giocatori come Calhanoglu. Il turco, infatti, per caratteristiche non è di certo un “dribblomane” o uno scattista, pertanto, in caso di sovrapposizione del terzino potrebbe giocare gli uno contro uno e avrebbe più chances di accentrarsi ed esprimere le sue migliori caratteristiche come il tiro da fuori o l’assist.

Siamo questi, almeno fino a gennaio. Che sia chiara una cosa, Bakayoko è un buon giocatore, un buon centrocampista con determinate caratteristiche: avete mai visto Gattuso versione calciatore lanciare alla Pirlo per caso? No! Baka recupera 10/15 palloni a partita, crediamo in lui!

Ci vuole più rispetto. Parliamo di Calhanoglu che non può calciare per via di un ematoma al collo del piede e parliamo anche di Kessiè acciaccato da almeno un mese e quindi secondo quale criterio rispondono alle nazionali? Dove sono mister e società?

Giochiamo in orizzontale e quando non gioca Cutrone, la punta non allunga mai la squadra, cosa essenziale per una squadra tecnica come la nostra.

Gennaio: speranze rossonere. È facilmente intuibile che l’arrivo di Pequetà non basti: la squadra è gracile oltre che priva di rincalzi all’altezza a centrocampo ed è devastata dagli infortuni. Capisco che si sia fatto il possibile visto il FairPlay, ma questo mercato invernale è pieno di occasioni in saldo o costo zero: per fare degli esempi ci sono Adrien Rabiot, Zlatan Ibrahimovic, Thiago Silva e tanti altri giocatori d’esperienza che possono aiutarci a raggiungere l’obiettivo Champions senza per forza spendere tanti soldi. Non è il momento di fare scommesse, è il momento delle certezze! Forza Milan!

×